mercoledì 10 febbraio 2021

Maschere fritte al limoncello

Le maschere fritte al limoncello sono delle chiacchiere buonissime molto profumate e dalla forma simpatica.

I miei bambini le adorano ma anche noi adulti, sono semplicemente irresistibili...

Il carnevale non mi è mai piaciuto, nemmeno da bambina, l'idea della maschera non mi ha mai allettato.

Coprire il viso e far finta di essere qualcun altro, è una curiosità che non mi ha mai sfiorato.

Immaginatevi adesso di questi periodi dove la mascherina è obbligatoria, come mi sento.

Mi rattrista coprire il sorriso, non esprimermi a livello non verbale, sentirmi limitata.

Speriamo che questo periodo passi presto, io sono ottimista, lo sapete.

E se c'è un buon dolcetto a farmi compagnia, tutto sembra andare meglio.



MASCHERE FRITTE AL LIMONCELLO

Per circa 25-30 pezzi 


250 g di farina 00
25 g di burro
1 uovo medio
20 g di zucchero semolato
50 -60 ml di limoncello
5 g di lievito per dolci 
1 pizzico di sale

In una terrina mettete tutti gli ingredienti e impastate, formando una palla liscia e omogenea (se il composto risulta troppo duro o troppo molle, aggiungete poca farina nel primo caso o poco limoncello nel secondo).
Avvolgetela con della pellicola e riponetela in frigo per circa 30 minuti.
Trascorso questo tempo, stendete con il mattarello (o con la sfogliatrice se siete più comodi) la pasta in maniera molto sottile e con un taglia-biscotto a forma di maschera ricavate tante belle mascherine e friggetele in olio caldo fino a leggera doratura.
Fate sgocciolare in un piatto con della carta assorbente, poi spolverate con dello zucchero a velo e servite.


A questa ricetta vorrei abbinare l'opera fantastica della mia amica Antonella Oriolo tratta dalla sua collezione Moulin Rouge e il video con la collaborazione del poeta Giuseppe Basta

Opera 45 della collezione Moulin Rouge di Antonella Oriolo 







Vi auguro un felice mercoledì,
Ale

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.