giovedì 31 dicembre 2020

Vin brulé alla vaniglia e amarena

Il vin brulé alla vaniglia e amarena è una bevanda calda natalizia, ricca di profumi e di sapori.
Mi ricorda i mercatini di Natale nella regione dove vivo, ovvero il Trentino Alto Adige e quelli da sogno in Austria e Baviera.
La ricetta originale non prevede né amarena né vaniglia, ma calcolando che non amo i chiodi di garofano, ne ho volutamente coperto l'aroma persistente.
Vi posso assicurare che è una bevanda piacevolissima e dal gusto goloso.
Ottima per scaldarvi durante le fredde giornate d'inverno, vi conquisterà al primo sorso.
Provatela!

Questa è la mia ultima ricetta di questo strano e assurdo anno 2020, per me è stato comunque un anno di riflessioni intense, di un grande traguardo raggiunto, ovvero quello di scrivere un libro tutto mio ma anche un anno di sacrifici e di rivalutazione della mia intera vita.

Penso a tante persone che hanno provato dolore e avuto problemi di salute, spero che Dio le aiuti a ritrovare la serenità e prego sempre che la salute ci assista sempre.

Un anno pazzesco e incredibile sotto certi aspetti ma come sapete, io continuo ad essere ottimista e a pensare ai lati positivi che ogni esperienza della nostra esistenza ci porta a vivere.

Vi auguro un anno di salute, serenità e di libertà.
Ne abbiamo tutti bisogno.




VIN BRULÉ ALLA VANIGLIA E AMARENA

1 l di vino rosso (io ho usato del Lagrein)
2 stecche di cannella
il succo di 1 arancia +  6 fettine di arancia
100 ml di sciroppo di amarena 
100 g di zucchero di canna Demerara
1 stecca di vaniglia aperta con tutta la sua polpa
3 chiodi di garofano

Mettete in una pentola il vino, lo zucchero e le spezie e scaldate a fuoco basso finché lo zucchero non si sarà completamente disciolto.
Aggiungete lo sciroppo di amarena e continuate a mescolare, unite le fette e il succo di arancia e tenete in infusione per circa 20 - 25 minuti. 
Servite caldo in tazze di vetro o porcellana, decorando con fette di arancia e amarene.





Un grazie dal profondo del mio cuore,
Ale

1 commento:

  1. Mi chiamo Silvia Scali e sono una badante. Noto che in questo momento sono come il più felice. Vengo a testimonianza di un prestito tra privati che ho appena ricevuto. Ho ricevuto il mio prestito grazie al servizio del Sig. Pierre Michel. Ho iniziato le procedure con lei venerdì scorso e martedì 11:35 poiché le banche non lavorano il sabato, poi ho ricevuto conferma che il bonifico dell'importo della mia richiesta di 35000 EURO mi è stato inviato sul mio conto e avendo consultato il mio conto bancario molto presto, con mia grande sorpresa il trasferimento è andato a buon fine. Ecco la sua.

    E-mail :  combaluzierp443@gmail.com

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.