lunedì 14 maggio 2018

Involtini di riso e foglie di vite balcanici

Japrak in quasi tutta l' Albania, Sarme in Kosovo e a nord-est dell'Albania, Sarma in Croazia, Dolma in Turchia e Dolmades in Grecia, sono termini diversi per indicare dei deliziosi involtini tipici dei Balcani realizzati con foglie di vite, riso, cipolla, menta e limone.
Ho imparato a cucinarli insieme a mia suocera e io li adoro da quando li ho mangiati la prima volta in Albania.
Trovare le foglie di vite non è facile, ma se conoscete un vigneto vicino alle vostre parti e aveste la possibilità di raccoglierle, preferite quelle nuove e più morbide.
Come riso vi consiglio un riso originario, a chicco piccolo e tondo.

Nel caso in cui non riusciste a trovare le foglie di vite, potete sostituirle con le foglie di cappuccio, facendole sbollentare in acqua e poco aceto.
Questi deliziosi involtini si trovano in varie versioni, con o senza carne, mia suocera li prepara entrambi e devo dire che la versione vegetariana la preferisco.

Ecco a voi questa ricetta preziosa, per il nostro "Lunedì etnico" si viaggia nei Balcani.

Buon appetito!


INVOLTINI DI RISO E FOGLIE DI VITE BALCANICI

Per 20 involtini

22-24 foglie di foglie di vite
130 g di riso originario
1 cipolla grande o 3 cipollotti
il succo di un limone
acqua calda q.b.
3 cucchiai di olio evo
menta fresca tritata
sale
pepe nero

In acqua calda sbollentate le foglie di vite per qualche minuto.
Tritate la cipolla o i cipollotti e metteteli in un tegame a rosolare con l'olio.
Unite il riso e fatelo tostare per un paio di minuti, e sfumate con il succo di limone e unite acqua calda sufficiente a coprirlo (solitamente la proporzione è 2 bicchieri di riso - 4 bicchieri di acqua).
Non appena l'acqua si sarà assorbita, salate e pepate e unite la menta fresca tritata e amalgamate il tutto. Spegnete il fuoco.
Preparate le foglie di vite sbollentate, unite un cucchiaio di riso al centro e piegate le foglie ai 2 lati e poi su sé stesse fino a formare un involtino ben sigillato. Strizzateli un po' per togliere l'eccesso di acqua.
Mettete gli involtini realizzati in una pentola a bordi alti, dove avrete coperto il fondo con 2-3 foglie di vite, disponeteli formando dei cerchi concentrici sovrapposti.
Una volta terminati, versate acqua fino a coprirli e cuoceteli a fuoco dolce fino a che l'acqua non si sarà assorbita completamente.
A questo punto, spegnete il fuoco e fate raffreddare.
Servite freddi.



Buona giornata,
Ale

1 commento:

  1. Li adoro e non sai che darei x potermi gustare un piatto come questo! Complimenti a te e alla suocera!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.