sabato 6 gennaio 2018

Pepatelli teramani

Ed eccoci arrivati all'ultima festività di questo periodo e con un po' di tristezza, saluto tutto il clima natalizio.
Amo il Natale e una volta passato, mi sento sempre un po' vuota ma cercherò di tenere questo spirito anche nei mesi a venire.
Per il Calendario del Cibo Italiano, per festeggiare la giornata dell'Epifania, oggi ho preparato i Pepatelli teramani, biscotti alle mandorle e miele, tipici del natale abruzzese.
Senza zucchero, senza uova e senza lattosio, sono i biscotti ideali per chi ama i sapori semplici e dal gusto "croccantello".



PEPATELLI TERAMANI (ricetta tratta da qui)

Per circa 20 biscotti

150 g di farina 00
50 g di farina di solina
200 g di mandorle pelate
200 g di miele d'arancio Mielizia
la scorza di un'arancia non trattata
mezzo cucchiaino di pepe nero appena macinato

In un pentolino mettete a scaldare il miele fino a farlo diventare fluido.
Nel frattempo, in una ciotola unite le mandorle, le farine, la scorza d'arancia e il pepe e mescolate.
Unite il miele e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Ricavate 2 filoncini rettangolari larghi 5 cm e metteteli su una placca.
Cuocete in forno fino a doratura, poi una volta cotti, tagliate i filoncini a fettine in senso orizzontale, dello spessore di 1 cm.
Fate tostare i biscotti ancora pochi minuti in forno caldo.



Con questa ricetta partecipo al Calendario del Cibo Italiano

Ancora 9 giorni per partecipare al nostro contest #unnataledibiscottialmiele
Vi aspettiamo!!!



Un abbraccio dalla vostra
Ale

4 commenti:

  1. Sembra una ricetta molto gustosa e solo a guardare la foto viene l'acquolina in bocca :)

    RispondiElimina
  2. Teso cara buon anno <3 a chi lo dici! ogni volta che passa un natale sopraggiunge sempre un pò di tristezza... ma ogni stagione ha la sua bellezza... :) e io biscotto tutto l'anno, quindi questi tuoi pepatelli li segno da parte :)

    RispondiElimina
  3. anche io biscotto sempre per cui mi copio questa delizia!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  4. Da noi, molto simili. si chiamano "Piparell".
    Ciao.

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.