martedì 23 maggio 2017

Mini rolls tra nord e sud

Ultimamente mi sembra di avere sempre meno tempo, sarà il caldo e l'estate che avanzano, saranno i mille impegni di lavoro e non, ma mi sembra di aver perso anche un po' dell'inventiva.
Per questi rolls mi aspettavo di tirare fuori chissà quale idea e invece forse, cadrò nel banale anche se buoni erano buoni, eh!
A parte le numerose preparazioni che questi rolls richiedono, non sono difficili da realizzare, bisogna solo avere tempo e pazienza, cose che al momento mi mancano un po', detto questo provateli e fatemi sapere se vi sono piaciuti.
Ho pensato di unire sapori del nord e sapori del sud in due distinti rotolini:

- il nord è formato da pane bianco con bresaola equina, stracchino, rucola e granella di noci su un frollino salato con farina di grano saraceno;

- il sud é formato da fette di melanzane fritte avvolte con soppressata calabrese, pesto di pistacchio e menta e scamorza su un frollino salato alla 'nduja.

Che dite, vi ho convinto?

Grazie a Giovanna ed MTC per un'altra bellissima sfida.


MINI ROLLS TRA NORD E SUD 

Per il roll del Nord

1 fetta di pane bianco per tramezzini
100 g di stracchino
poca maggiorana
60 g di bresaola equina
rucola selvatica q.b.

Sul piano di lavoro preparate un foglio di pellicola trasparente grande abbastanza da poter avvolgere il rotolo che realizzerete.
Con il matterello stendete la fetta di pane bianco rendendola sottile e più elastica, spalmate uniformemente lo stracchino, unite un po' di maggiorana e adagiate le fette di bresaola e infine la rucola. Arrotolate partendo dal lato lungo, aiutandovi con la pellicola dal basso.Non appena avrete ottenuto il rotolo, chiedetelo all'estremità con la pellicola sottostante a mo' di caramella, mettete in frigo per circa 2 ore.


 Per i frollini al grano saraceno*

150 g di farina 00
50 g di farina di grano saraceno
30 g di grana trentino grattugiato
5 g di baking
100 g di burro
1 uovo
1 pizzico di sale

Per il roll del Sud

1 melanzana piccola
poca farina
60 g di soppressata dolce
80 g di scamorza bianca
olio per friggere

Lavate e affettate la melanzane a fette non troppo sottili.
Preparate uno scolapasta, salatele con del sale grosso e mettetele all'interno dello scolapasta, mettete sopra un peso (una pentola piena d'acqua per esempio) che si incastri perfettamente all'interno dello scolapasta in modo da pressare bene le melanzane per far uscire il loro liquido amaro.
Lasciate le melanzane così per circa un'ora.
Trascorso questo tempo, infarinatele e friggetele in abbondante olio caldo da entrambi i lati.
Scolatele su un piatto coperto di carta assorbente, fate raffreddare.
Sul piano di lavoro preparate un foglio di pellicola trasparente grande abbastanza da poter avvolgere il rotolo che realizzerete.
Mettete le fette di melanzana fritta leggermente accavallate in modo tale da costruirvi un tappeto, unite la soppressata e la scamorza finemente affettate, spalmate il pesto di pistacchio (vedi ricetta di seguito) e arrotolate partendo dal lato lungo, aiutandovi con la pellicola dal basso.
Non appena avrete ottenuto il rotolo, chiedetelo all'estremità con la pellicola sottostante a mo' di caramella, mettete in frigo per circa 2 ore.

Per i frollini alla 'nduja*

200 g di farina 00
30 g di pecorino crotonese grattugiato
5 g di baking
100 g di burro
1 cucchiaio di 'nduja
1 uovo
1 pizzico di sale

Per entrambi i frollini procedete allo stesso modo.
Sulla spianatoia unite tutti gli ingredienti e impastate velocemente fino a che non formerete un impasto morbido. Formate una palla e coprite con della pellicola trasparente, fate riposare in frigo per circa 40 minuti.
Stendete col matterello la frolla salata e con gli appositi stampini rotondi ricavate i vostri biscotti.
Cuocete in forno caldo a 180° per circa 6-8 minuti.

Per il pesto di pistacchio e menta

60 g di pistacchi gusciati e non salati
4 foglioline di menta fresca lavate e asciugate
50 g di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di olio evo 
sale

In un mixer tritate i pistacchi fino a ridurli in polvere, unite la menta e il parmigiano, il sale e l'olio, azionate fino a che non avrete ottenuto una crema omogenea dal color verde vivo.


Trascorse le ore di riposo di entrambi i rolls, tagliateli con un coltello a rotelle di 1,5 cm di spessore e adagiatele sui frollini salati precedentemente preparati.

*la pasta frolla risulterà abbondante rispetto ai rollini preparati, realizzate i frollini con la frolla rimanente e serviteli per un altro aperitivo, vedrete che andranno a ruba.





Con questi rolls partecipo alla sfida MTC di questo mese



9 commenti:

  1. E per fortuna che sarebbero banali, quello calabrese è poesie pure, d'altronde buon sangue non mente.

    RispondiElimina
  2. La mancanza di tempo ci accomuna, soprattutto in questo periodo mi sembra di non averne mai abbastanza. L'idea dei rolls non è affatto banale e ingredienti e presentazione a me piacciono davvero molto e denotano, a mio avviso, grande creatività.

    RispondiElimina
  3. Ciao Ale, bella l'idea di accostare il Nord e il Sud e il modo in cui presenti i tuoi roller. Preferisco il secondo, per l'abbinamento perfetto con la base (buonissima!), mentre il primo mi sembra crei una certa ripetizione nell'unire il frollino e il pane. Ma a parte questo sembrano assai gustosi. Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e infatti pensavo alla banalità soprattutto per questo, unire pane e biscotto non è il massimo e hai ragione.

      Elimina
    2. bastava avvolgerli nella bresaola :)
      e ora si, puoi dare testate nel muro :)

      Elimina
  4. Mi piace sempre tanto entrare nel tuo blog e ritrovare la mia stessa mescolanza di tradizioni, luoghi e sapori. Sei sempre bravissima!

    RispondiElimina
  5. l'errorino (ino ino) e' da stanchezza, perche' la soluzione era talmente semplice che no c'e' altra giustificazione. Per il resto, il secondo nome di questo blog la dice lunga sulla tua creativita' e sulla tua fantasia. Anche quando sei a mezzo servizio, sforni meraviglie. Esattamente come hai fatto questa volta, unendo nord e sud in un tripudio di sapori. Bravissima!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.