martedì 4 aprile 2017

Spätzle all'uovo con burro, cipolla e fiori eduli essicati

Oggi per il calendario del cibo italiano si festeggia la giornata dedicata agli spätzle, gnocchetti di origine germanica e diffusi anche in Trentino Alto Adige, la regione in cui vivo.
L'ambasciatrice di oggi è la mia cara amica Manuela, una blogger trentina dal cuore grande.

La ricetta che vi presento oggi è comunemente diffusa in Germania, soprattutto nella regione linguistica della Svevia, dove gli spätzle vengono comunemente serviti come contorno per accompagnare bistecche o spezzatini.

Deliziosi anche come primo piatto, sono facili e veloci da realizzare, basterà munirvi di Spätzlehobel, cioé quella sorta di "grattugia" appositamente creata per realizzare questi squisiti gnocchetti.

Questo piatto mi ricorda le cene con la mia dolce amica Kerstin, con cui ho condiviso momenti indimenticabili.
A lei che è diventata mamma da pochi mesi, mando un grande abbraccio e mi auguro di rivederla presto.



SPÄTZLE ALL'UOVO CON BURRO, CIPOLLA E FIORI EDULI ESSICCATI

Per 4 persone

300 g di farina 00
6 uova medie
poco latte (se necessario)
sale
pepe nero
noce moscata
100 g  burro di alta qualità
1 cipolla grande affettata ( la mia era rossa ma solitamente viene usata quella bianca)
fiori eduli essicati (fiordaliso, malva e tagete)

In una ciotola lavorate la farina con le uova, amalgamando bene, dovrete ottenere un impasto né troppo liquido  né troppo denso, avrà consistenza corposa e se proverete ad alzare con un cucchiaio, l'impasto ricadrà pesantemente dal cucchiaio.
Se l'impasto risulta troppo denso, unite poco latte, se è troppo fluido aggiungete poca farina.
Aggiustate di sale e pepe, unite 2 pizzichi di noce moscata in polvere e mescolate.
Affettate la cipolla e fatela rosolare in padella col burro per qualche minuto.Mettete a bollire una pentola con abbondante acqua salata.
Prendete l'impasto degli spätzle e posizionate l'attrezzo sopra la pentola, iniziate a muovere avanti e indietro fino alla formazione degli gnocchetti che cadranno in acqua e cuoceranno in pochissimi minuti.
Una volta che gli gnocchetti saranno tornati a galla, scolateli e fateli saltare nel burro e cipolla.
Servite caldi, decorando con fiori eduli.



Questa ricetta partecipa al Calendario del Cibo Italiano


Vi auguro una buona giornata,
Ale

7 commenti:

  1. Chi sa che buono questo piatto e con tutta quella cipolla, sicuramente a casa mia è del gradimento !

    RispondiElimina
  2. che meraviglia, Alessandra!
    Hanno quella raffinatezza unica che e' propria solo della semplicita'- e che e' difficilissima da raggiungere. Bravissima!

    RispondiElimina
  3. anch'io adoro la cipolla e trovo che la giunta di fiori commestibili sia un tocco geniale, che riporta alle origini montane del piatto. Il profumo di prati tagliati di fresco lo sento da qui... Ciao Ale! :)

    RispondiElimina
  4. che belli Ale.. assolutamente nelle mie corde: fiori e BURRO ;) Sai anche quanto ami le tue parti, quindi....

    RispondiElimina
  5. Sono siciliana ma ho comprato l'aggeggio per gli spatzle a Bolzano e li faccio molto spesso! Il tuo condimento mi piace tantissimo!

    RispondiElimina
  6. la semplicità vince sempre! una meraviglia questo piatto!

    RispondiElimina
  7. Buonissimi nella loro semplicità e splendidi nella tua bellissima foto.
    Grazie Alessandra per aver portato la primavera con i tuoi spatzle e scusa se sono passata solo adesso
    un abbraccio a presto

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.