venerdì 10 marzo 2017

Torta alle mandorle di mamma Teresa


Oggi esce un nuovo numero della mia rivista preferita, Taste&More, di cui con grande piacere ne faccio parte da qualche anno.
E un nuovo numero tutto primaverile, colorato e pieno di ricette fantastiche vi aspetta.

Pensate che la meravigliosa copertina è della mia bravissima amica Maddalena ma scoprirete tante altre cose interessanti, i lievitati di Pasqua, le lenticchie, le torte dei ricordi e tante altre cose.

A pagina 140 troverete la mia ricetta: una torta dei vecchi tempi, ma sempre buona e genuina.


Sin da quando ero bambina, mia mamma preparava la sua famigerata “torta alle mandorle”, una torta dai sapori semplici come a noi bambini piaceva e non c’era compleanno o ricorrenza senza questo delizioso dolce.La nota croccante della mandorle tostate in superficie rappresentava per me la cosa più buona.

Quando gusto una fetta della torta di mandorle, mi sembra di tornare indietro nel tempo, agli anni’80, a quando ero piccola, a quando io e mio fratello giocavamo insieme.



TORTA ALLE MANDORLE DI MAMMA TERESA


 Per uno stampo di 20-22 cm di diametro

160 g di zucchero

110 ml di olio di semi di arachidi

6 uova

130 g di zucchero

130 g di fecola di patate

70 g di farina 00

40 g di farina di mandorle

scorza di un limone non trattato

30 ml di latte tiepido

16 g di lievito



Per la copertura



100 g di mandorle a bastoncino

70 g di burro a temperatura ambiente

40 g di zucchero a velo





Dividete gli albumi dai tuorli. Con le fruste lavorate i tuorli con lo zucchero per almeno 5 minuti fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso, unite l’olio e la scorza di limone, poi continuate a montare il composto.

In un’altra ciotola, montate gli albumi a neve fermissima e teneteli da parte.

Setacciate la farina, la fecola e la farina di mandorle e  unitele ai tuorli, in un bicchiere unite il latte e aggiungete il lievito, mescolate velocemente con un cucchiaino e versatelo sul  composto di tuorli.

Aggiungete infine gli albumi montati a neve, mescolando dal basso verso l’alto, avendo cura di non smontarli.

Cuocete il dolce in uno stampo a cerniera precedentemente imburrato e infarinato a 180° per circa 35-40 minuti.

Una volta cotta, estraete il dolce dal forno e fatelo raffreddare.

Con le fruste lavorate il burro morbido con lo zucchero a velo fino a d ottenere una crema morbida e liscia.

In una padellina antiaderente fate tostare le mandorle.

Quando la torta sarà completamente fredda, glassate la superficie con la crema al burro e decorate con le mandorle a bastoncino.



Vi auguro un felice weekend!
Ale

2 commenti:

  1. Cara Ale, le torte del ricordo hanno sempre qualcosa in più che le rende speciali, questa oltre ad essere sicuramente fantastica, si mangia pure con gli occhi tanto è bella....che meraviglia, complimenti cara!!!

    RispondiElimina
  2. Ha un aspetto veramente bellissimo ed è troppo invitante e golosa,il valore affettivo che riveste per te inoltre la rende speciale;).
    Grazie mille per averla condivisa!:).
    Un bacione:)).
    Rosy

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.