venerdì 28 ottobre 2016

Maccheroncini fatti in casa ai sapori trentini

Un piatto di pasta dal sapore meraviglioso, corposo e perfetto per l' autunno.
Patate della Val Pusteria, finferli, casolet e speck: un connubio strepitoso che farebbe venire l'appetito a chiunque, sono infatti un inno alla mia regione d'adozione, il Trentino Alto Adige.
Mi ricordano un vecchio piatto di pasta mangiato in uno dei ristoranti più famosi di Trento, i primi tempi che abitavo lì.
Trento è una città che mi è rimasta nel cuore perché lì ho trascorso quasi 10 anni della mia vita e credo siano stati i più belli prima della nascita dei miei bambini.
La pasta fatta in casa poi, ha davvero un altro sapore, sa di genuino, di "comfort food", di squisito.

Provate questi maccheroncini e li adorerete!

Per l'ottavo appuntamento con #CucinaArte oggi vi portiamo alla scoperta dei sapori trentini con una rappresentazione grafica stupenda, fatta dalla mia abilissima sorellina, andate a cliccare qui , non ve ne pentirete! ;)

MACCHERONCINI FATTI IN CASA AI SAPORI TRENTINI

Per 4 persone

Per i maccheroncini all'uovo

250 g di farina 00
2 uova sbattute

Nella planetaria impastate farina e uova fino ad ottenere un composto sbriciolato.
Inserite l'impasto nella macchina per la pasta e fate lavorare ancora un po', tagliate con un coltello i maccheroncini  di circa 4-5 cm che sono usciti fuori dalla trafila (a forma di maccherone) e poneteli su un piano ricoperto da una tovaglia infarinata.
Dopo aver fatto i maccheroncini, lasciate la pasta asciugare per una notte intera.

Per il condimento

350 g di finferli freschi e ben puliti
2 patate medie tagliate a cubetti
poco brodo vegetale fatto in casa
mezza cipolla bianca tritata
80 g di speck tagliato a fette fini
150 g di formaggio casolet
poco latte
2 cucchiaio di olio evo

In un tegame soffriggete la cipolla con l'olio e fatela leggermente imbiondire, unite le patate tagliate a cubetti e aggiungete  poco brodo, coprendo il tegame con un coperchio.
Non appena le patate saranno leggermente più morbide, unite i funghi puliti e tagliati e cuocete per qualche minuto.
In una padella a parte mettete un cucchiaio d'olio, tagliate lo speck a filetti e fatelo rosolare fino a renderlo croccante.
Unite lo speck al mix di patate e funghi, unite il formaggio casolet tagliato a pezzettini piccoli e unite poco latte fino a formare una crema.
Cuocete i maccheroncini in abbondante acqua salata e una volta al dente, conditeli con funghi, patate, speck e la fonduta di formaggio.



Vini consigliati: Marzemino oppure Lagrein Trentino



Con questa ricetta partecipo al contest "Il bosco in cucina"
di Betulla in collaborazione con la Locanda 2 Camini

Buon weekend a tutti,
Ale


3 commenti:

  1. Che figata ale! Domani li faccio subito! Ciao cara!

    RispondiElimina
  2. Veramente buoni e invitanti vengo a mangiare da te io sono fuori giro con la pasta fresca. Buona fine settimana un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. questa te la copio integralmente!!! adoro la pasta fresca e adoro questi profumi!! bravissima!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.