lunedì 26 settembre 2016

Jalebi (frittelle indiane)

Conoscete queste frittelline deliziose indiane? Sono semplicissime da preparare, forse un po' meno facili nella forma ma vi assicuro che sono squisite...



JALEBI  (ricetta tratta dal libro "Ricettario del mondo" Giunti Editore)

Per circa 15 pezzi


Per lo sciroppo

350 g di zucchero semolato
80 ml di acqua

Per la pastella

150 g di farina 00
70 ml di acqua
8 g di lievito per dolci
1 pizzico di sale

poco olio di semi di arachidi per friggere

Setacciate la farina con il lievito ed un pizzico di sale, quindi unitevi poco alla volta l'acqua fino ad ottenere una pastella molto densa. Preparate un sacchettino di plastica (tipo quello per congelare i cibi) e fate un piccolo forno con l'aiuto del coltello, mi raccomando, deve essere molto piccolo.
Nel frattempo preparate lo sciroppo versando lo zucchero in una casseruola e unite l'acqua, lasciatelo sciogliere lo zucchero e portate ad ebollizione, mescolando di tanto in tanto fino che non diventerà denso.
Scaldate l'olio in una padella e con la busta formate delle spirali.Fate dorare da entrambi i lati e poi scolatele su un piatto ricoperto di carta assorbente.
Servite le frittelle, versando lo sciroppo in superficie.


Buon inizio settimana,
Ale

6 commenti:

  1. Le avevo viste in un servizio sull'India ma non le ho mai assaggiate. Ho visto che bisogna colarle nell'olio. Io farei un disastro, altro che i tuoi bei cerchi

    RispondiElimina
  2. Mi attirano moltissimo ma mi blocca il dolce che non posso e se le facessi salate...forse non è la stessa cosa :( ciaooo buoa settimana.

    RispondiElimina
  3. splendide....chissà che bontà

    RispondiElimina
  4. Immagino la croccantezza. Molto carine!

    RispondiElimina
  5. Sono interessanti queste frittelle, li immagino croccante e anche buone !

    RispondiElimina
  6. Sono stupende, una vera tentazione!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.