venerdì 10 giugno 2016

Nastrine con lievito madre secco

Ve le ricordate quelle nastrine di qualche anno fa?  Sono perfette e ogni tanto le rifaccio per la colazione del weekend...
Stavolta ho voluto provarle col lievito madre secco, davvero fantastiche e stavolta molto più simili alle originali perché nelle pieghe ho messo solo burro, zucchero a velo e scorza d'arancia...
Se non avete il lievito madre secco, potete utilizzare il lievito di birra con questa ricetta ;)
Una poesia assoluta, che ne dite di provarle?

Prego, prendete posto nella mia bakery, c'è per tutti una tazza di caffé e una nastrina profumata appena sfornata...


NASTRINE CON LIEVITO MADRE SECCO

Per 6-8 nastrine (dipende dalla dimensione che sceglierete)

200 g di farina 00
50 g di farina di manitoba
90 g di uova (circa 2 piccole)
40 g di latte
25 g di lievito madre essiccato (con germe di grano)
la scorza grattugiata di un'arancia non trattata
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
8 g di miele
35 g di zucchero
90 g di burro molto morbido
4 g di sale

Per le pieghe
50 g di burro morbido
3 cucchiaini di zucchero a velo
scorza di mezza arancia grattugiata

zucchero semolato e scorza d'arancia molto fine per rifinire
poca acqua per spennellare

Nella ciotola della planetaria lavorate mescolate la farina e il lievito secco insieme, unite le uova,
il latte,  la scorza d'arancia, la vaniglia, il miele  e lo zucchero, lavorando il tutto col gancio.
Lavorate per circa 10 minuti,  poi aggiungiete gradatamente il burro molto morbido ma non fuso in piccli pezzetti e in 2 riprese e amalgamatelo bene all'impasto.
Terminato il burro, incorporate il sale e impastate ancora per altri 5 minuti.
Formate un panetto, avvolgete la ciotola con della pellicola e fate lievitare in frigo per circa 3 ore.
Mentre l'impasto lievita, mescolate  il burro con lo zucchero a velo e la scorza di arancia, formando una crema morbida.
Trascorso il tempo di lievitazione, stendete la sfoglia in un rettangolo dello spessore di circa 1 cm con l'aiuto di un mattarello.
Spalamate la crema di burro e arancia in maniera omogenea verso il centro lasciando i lati, poi piegate i lati  della pasta verso il centro ( sia i lati lunghi che i lati corti, a mo' di lettera per intenderci), eseguendo la prima piega, coprite con un canovaccio e fate lievitare la pasta per un'altra oretta in frigorifero.
Trascorsa l'ora, stendete la pasta con il mattarello ed eseguite la seconda piega, fate riposare un'altra ora in frigo e finalmente tagliate delle strisce (bastoncini), che piegherete dalle estremità per dare la classica forma a caramella o nastrina.
Spennellate con pochissima acqua le vostre nastrine e mettete dello zucchero semolato in superficie unito a della scorza di arancia grattugiata finissima.
Disponete le nastrine  su una placca da forno e fatele lievitare ancora mezzoretta.
Infornate a 180° per circa 20 minuti.




Sono buonissime, parola di Linda :D


Buon weekend,
Ale


9 commenti:

  1. wow, sempre bravissima e la tua Linda è uno spettacolo :-)

    RispondiElimina
  2. Che belle e che meraviglia Linda!!! <3

    RispondiElimina
  3. Una meraviglia, morderei il monitor!!!
    Buon week end

    RispondiElimina
  4. Favolose e miliardi di volte migliori di quelle industriali:))bravissima come sempre ti faccio i miei migliori complimenti:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Sono meravigliose e vedo che un bimba deliziosa le sta già gustando....fortunata!!!!

    RispondiElimina
  6. Che perfezione,ricordo queste deliziose merende,an or più buone se fatte incasa,grazie,felice weekend

    RispondiElimina
  7. Che perfezione,ricordo queste deliziose merende,an or più buone se fatte incasa,grazie,felice weekend

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia Ale, sono bellissime e golosissime! La tua cucciola è splendida complimenti!
    Un caro abbraccio e felice settimana!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  9. che spettacolo Ale! ma quanto sarai brava???
    buona settimana tesoro

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.