lunedì 18 aprile 2016

Jufka me pulë (pollo e tagliatelle)

Oggi vi porto nuovamente in Albania per il lunedì etnico e vi faccio assaggiare "Jufka me pulë", un piatto tipico della zona di Dibra, una regione a Nord-est dell'Albania al confine con la Macedonia.
Regione prevalentemente montuosa, la cucina tipica prevede l'utilizzo di carni fresche e allevate in loco, verdura, legumi e frutta genuini.
I piatti tipici sono semplici, si tratta per lo più di cucina casalinga e di ricette che si tramandano di generazione in generazione.
Il piatto che vi presento oggi è realizzato con "jufka" ovvero delle sottili tagliatelle della zona realizzate con farina di grano duro, latte e uova e poi fatte essiccare e infine spezzate.
Vengono cucinate insieme al brodo di carne di pollo o tacchino al forno.
Questo piatto l'ho mangiato diverse volte a casa dei miei suoceri e sono molto particolari.
Vediamo come si preparano!


JUFKA ME PULË

Per 6 persone

1,200 kg di pollo intero già pulito o a pezzi
400 g di jufka (tagliatelle albanesi)
100 g di burro
1 cipolla media
sale
pepe
timo
(alloro e rosmarino -mia aggiunta)
1 litro di acqua

Lavate il pollo e mettetelo in una pentola dalle pareti alte insieme all'acqua, fate bollire per circa 20 minuti e salate.
A questo punto scolate il pollo e mettetelo in una capiente pentola in forno con 50 g di burro.
Lasciate da parte il brodo.
Infornate il pollo a 190° per circa 20 minuti, nel frattempo affettate la cipolla e fatela rosolare per un paio di minuti con il burro rimanente in una padella molto larga, unite le tagliatelle e fatele mantecare qualche minuto.
Una volta mantecate, aggiungetele al pollo al forno, unendo i 3/4 del brodo messo da parte, cercando di sistemare le tagliatelle sul fondo della pentola.
Fate cuocere in forno fino a che il brodo si sarà quasi asciugato (circa 25-30  minuti), abbiate cura di girare il pollo su entrambi i lati  durante la cottura.
A fine cottura il pollo si presenterà ben rosolato e le tagliatelle cotte e dorate. Se il brodo dovesse asciugarsi in breve tempo, aggiungetene dell'altro.
Servite subito.



Vi auguro una felice settimana,
Ale 

4 commenti:

  1. Deve essere molto buono mi attira ma quello che mi bloccaè il pollo che proprio non mi piace :( vediamo forse per maritozzo lui adora il pollo.
    Grazie e buona settimaa.

    RispondiElimina
  2. ha un aspetto squisito! mi piace molto scoprire da te questi piatti etnici che altrimenti ignorerei, grazie! bacioni

    RispondiElimina
  3. un piatto originale e sicuramente buonissimo, grazie mille per avermelo fatto conoscere:))

    RispondiElimina
  4. Non scegliere a caso... se cerchi bene c'è il prodotto giusto per te. Prova la zuppa, piselli, grano e timo. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2MzEyNjUxMSwxMDAwMDAyLHp1cHBhLXBpc2VsbGktZ3Jhbm8tZS10aW1vLTM0MC5odG1sLDIwMTYwNjEwLG9r

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.