mercoledì 20 aprile 2016

Frollini all'olio di semi di zucca e cioccolato bianco

Probabilmente molti di voi non conoscono l'olio di semi di zucca, specialità austriaca, dalle molteplici proprietà benefiche.
Oro nero della Stiria, regione a sud-est dell'Austria, quest'olio scurissimo, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi, è ad alto contenuto di vitamina E, antiossidante, ricco di acido oleico e linoleico, a basso contenuto di grassi, pare sia ottimo alleato nel prevenire malattie arteriosclerotiche.
I semi di zucca, sono anche noti come rimedio in caso di problemi alla prostata, inoltre essendo ricchi di zinco sono ottimi per combattere eczemi e indebolimento della pelle, oltre alla caduta dei capelli.
Quest'olio prezioso contiene inoltre betasteroli, sostanze simili ad androgeni ed estrogeni, che contribuiscono ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue.*

Di colore verde scurissimo, ha un sentore simile alla nocciola e il suo uso è preferibile a crudo, da non usare assolutamente per friggere, in Austria esistono diverse ricette che prevedono l'uso di quest'olio anche all'interno di preparazioni da forno come torte e biscotti.

I frollini che ho realizzato sono davvero molto buoni e profumati, ricordano i biscotti alla nocciola e sono friabili e perfetti per la colazione, la merenda o per un tè in compagnia.



FROLLINI ALL'OLIO DI SEMI DI ZUCCA E CIOCCOLATO BIANCO

Per 20-25 biscotti (per una versione totalmente senza lattosio, eliminate il cioccolato bianco)

Frolla di Leonardo di Carlo riadattata (e tratta dal blog di Dani&Juri)

260 g di farina
100 ml di olio di semi di zucca
2,5 g di sale fino
polpa di mezza bacca di vaniglia
2 g di scorza grattugiata di limone non trattato
125 g di zucchero a velo
1 uovo intero piccolo (circa 42 -43g)
100 g di cioccolato bianco fuso

In una ciotola mescolate l'olio, gli aromi e il sale, unite lo zucchero e l'uovo e lavorate bene, meglio se in una planetaria con frusta a foglia.
Aggiungete la farina e lavorate fino ad ottenere un impasto morbido ma sodo.
Formate una palla e avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente.
Ponete in frigo per almeno 2 ore.
Trascorso il tempo di riposo, stendete la pasta ad uno spessore di 5 mm e intagliate i biscotti della forma che volete.
Una volta ottenuti i biscotti, poggiateli su una teglia coperta di carta forno e fateli riposare in frigo ancora per altri 30 minuti.
Preriscaldate il forno a 180°, poi cuocete i vostri biscotti per circa 12-13 minuti o finché saranno dorati.
Una volta freddi, immergete le punte nel cioccolato bianco fuso e fate solidificare.





Con questa ricetta partecipo all' Mtc di questo mese



 Vi auguro una buona serata,
Ale



*Info tratte da qui

7 commenti:

  1. Complimenti per questi deliziosi biscottini cara Ale! Devono essere sublimi! Bravissima!!!
    Un caro abbraccio e dolce notte!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  2. Ale, sei incredibile ! Scovi sempre ingredienti particolari. Quest'olio non lo conoscevo proprio.

    RispondiElimina
  3. Questi frollini tesoro sono proprio buonissimi e sani..io uso spesso l'olio per i biscotti sono ancora più sani cosi!baci,Imma

    RispondiElimina
  4. immagino la bontà e che bel colore ;-)
    un bacio
    Angela

    RispondiElimina
  5. Non ho mai provato l'olio di semi di zucca se non a crudo, e non sapevo che in Austria ci fossero dei biscotti tradizionali fatti con questo olio! Si impara sempre qualcosa dall'MTC!! :)
    Non sono riuscita a trovare il punto di fumo dell'olio di semi di zucca, tu sei riuscita a reperire questa informazione? Nel caso fammi sapere che mi incuriosisce molto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani ho dato un'occhiata ad alcune tabelle tedesche e riportano come punto di fumo 120° .un bacione

      Elimina
  6. sai che lo trovo anche qui?
    Ottima occasione per acquistarlo! grazie!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.