lunedì 11 aprile 2016

Chiffon cake al limone con crema al pistacchio e amarene

Oggi per il "Lunedì etnico" vi presento una ricetta americana conosciutissima: la "Chiffon cake", il ciambellone statunitense altissimo e sofficissimo, il quale pare sia stato inventato da un certo Harry Baker nel 1927 in California.

Questa ricetta di oggi la dedico a Valentina, una donna dolce e simpatica con la quale ho instaurato un rapporto di amicizia da qualche settimana.
Valentina segue tutte le mie ricette e ne replica parecchie,  dimostrandomi affetto e fiducia, sentimenti che per me non sono mai scontati.
Ecco perché oggi le regalo la "Chiffon cake" che tanto desiderava, ricoperta però di crema al pistacchio e amarene, una goduria pazzesca...

Una torta che parla di amicizia e che ci rappresenta in pieno, vero Vale? ;)


CHIFFON CAKE AL LIMONE CON CREMA AL PISTACCHIO E AMARENE
Per uno stampo da chiffon cake di 25 cm di diametro (ricetta tratta da qui)

240 g di farina
300 g di zucchero semolato
10 g di lievito per dolci
7 uova a temperatura ambiente separate tra albumi e tuorli
2 pizzichi di sale
il succo e la scorza grattugiata di 3 limoni
125 ml di olio di semi di girasole
50 ml di acqua
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
2 g di cremor tartaro

Per la copertura e decorazione

180 g di crema spalmabile al pistacchio  (per farla in casa qui la ricetta)
4 amarene sciroppate
granella di pistacchio
fiorellini di zucchero

Nella planetaria montate a neve fermissima gli albumi e metteteli da parte.
Montate i tuorli con le fruste per circa 7 minuti fino a che il composto non sarà  chiaro e cremoso.
Nel frattempo in una terrina setacciata la farina, lo zucchero, il sale e il lievito e cremor tartaro, mescolate le polveri e formate un buco al centro.
Nel frattempo unite ai tuorli l'olio, il succo e la scorza di limone, l'acqua e la vaniglia. Montate ancora per qualche minuto, poi unite la crema di tuorli agli ingredienti secchi e mescolate bene.
Unite per ultimi gli albumi montati incorporando delicatamente per non smontarli. Versate il composto nello stampo apposito senza né imburrarlo né infarinarlo.
Cuocete a 175° per circa 45-50 minuti.
Quando la torta sarà pronta, toglietelo dal forno e capovolgetela a testa in giù direttamente sul piatto dove desiderate servirla.
Appena la torta sarà fredda si staccherà da sola.
Spalmate sulla torta la crema di pistacchi ammorbidita e decorate con amarene, fiorellini e granella di pistacchio.






Vi auguro un felice lunedì,
Ale

10 commenti:

  1. Buongiorno amica!!! Questa torta e' davvero buona, soffice e golosa, ideale per qualsiasi momento della giornata, anche se cercano di battezzarla in tanti modi, rimane sempre unica e tu oggi l'hai esaltata ancora di più' con una glassa irresistibile...adoro il pistacchio! bacino teso'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeeeee si è tt verissimo sei adorabile. Sn settimane che penso di fare una chiffon che tra l altro non ho mai fatto ed ora ilmio tesorino me me dedica una😍😍😍. Ci sarà una replica molto presto. Grazie grazie grazie❤❤

      Elimina
    2. Grazieeeeeee si è tt verissimo sei adorabile. Sn settimane che penso di fare una chiffon che tra l altro non ho mai fatto ed ora ilmio tesorino me me dedica una😍😍😍. Ci sarà una replica molto presto. Grazie grazie grazie❤❤

      Elimina
  2. Ma come fai tesoro ogni giorno a regalarci ricetta spettacolori!!Questa torta è divina come te!Baci,Imma

    RispondiElimina
  3. complimenti torta favolosa,una fetta la prendo proprio,grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  4. ma che spettacolo sicuramente è stra buonissima e stra bellissima!!!!!!! mamma mia cos'è......gnam gnma Bacioniii

    RispondiElimina
  5. Oddio che golosità con quella cremina sopra. Una vera delizia

    RispondiElimina
  6. l'aspetto è meraviglioso e perfetto e ne immagino tutta la bontà:))bravissima come sempre:))

    RispondiElimina
  7. Che bella! Le mie si sgonfiano irrimediabilmente! Credo di sapere perchè ma non desisto nei tentativi cercando di trovare la formula magica...non uso mai molto zucchero nelle torte,in famiglia ci sono persone diabetiche e in genere sostituisco buona parte dello zucchero con dolcificante, che però toglie massa e consistenza all'impasto...
    Che piacere ritrovarti :)
    Se ti fa piacere passa da me, ho aperto delle paginette fb dei blog, gli indirizzi puoi trovarli nelle informazioni del mio profilo fb: Artemisia Misia
    Ciao :)

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.