giovedì 4 febbraio 2016

Strauben - frittelle tirolesi

Gli Strauben sono frittelle tipiche del Tirolo e della Baviera, diffuse anche in Alto Adige e Trentino, conosciute anche con il nome di Straboi , termine che deriva dal tedesco straub che significa tortuoso, contorto, vista la forma tipica di questi dolci.
Se vi è mai capitato di venire in estate in Trentino Alto Adige, troverete nelle sagre e nelle feste di paese queste deliziose frittelle accompagnate da confettura di mirtilli rossi o di lamponi, insieme ad una bella spolverata di zucchero a velo... Se volete realizzarli, ricordatevi di usare un imbuto per cuocerli e di avere in casa una buona grappa per fare l'impasto!
Pronti? Secondo me andranno a ruba...

Questa ricetta risale a qualche anno fa ma ho deciso di pubblicarla un'altra volta, con foto più decenti!
Spero di fare cosa gradita! ;)
 


STRAUBEN TIROLESI (ricetta tratta da qui)

Per 6 persone 

200 g  di latte intero
200 g di farina
30 g di burro fuso
20 ml di grappa
3 uova divise tra tuorli e albumi
1 pizzico di sale

olio per friggere

marmellata di lamponi e/o mirtilli rossi q.b. o per i più golosi crema spalmabile alle nocciole

zucchero a velo q.b.

Versate il latte in una terrina e aggiungete piano piano la farina setacciata, lavorate a mano con la frusta e a poco a poco versate il sale, il burro fuso, la grappa e i tuorli continuando a lavorare con la frusta.
In una ciotola a parte montate gli albumi a neve ferma con il pizzico di sale e poi, avendo cura di non smontarli, incorporateli all'impasto.
Scaldate abbondante olio in una padella. Versate un mestolo di composto per ogni fritella in un imbuto e formate dei circoli abbastanza irregolari, formando una sorta di vortice.
Con queste dosi, riuscerete a realizzare 6 frittelle dal diametro di 18 cm.
Appena sono ben colorite, fate sgocciolare su carta assorbente e ancora calde, servite spolverizzate di zucchero a velo e con al centro la confettura di lamponi.



Felice giovedì grasso!
Ale

9 commenti:

  1. Mamma mia sto sbavando sulla tastiera....che voglia di assaggiarne una, Ale! Bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Complimenti Ale, ti sono venuti benissimo!!Io solitamente li mangio proprio alle feste in giro per i paesi, ma ora potrei anche provare a farli a casa!Un bacio :*

    RispondiElimina
  3. Mio marito li ha mangiato a Rovereto qualche mese fa e ne è rimasto strabiliato!!!! Bisognerà provarli!!!

    RispondiElimina
  4. Ma che bella questa frittellona, deve essere delizioso il connubio tra il croccante della frittella e la dolcezza della confettura. Dagli ingredienti sembra anche piuttosto leggera, vedo che il burro è poco

    RispondiElimina
  5. Che aspetto invitante tesoro non li conoscevo ma quanto mi piacciono e quanto mi invogliano a provarli subiro sono spettacolari!!Un abbraccio forteeeeeeee

    RispondiElimina
  6. Interessante queste frittelle, chi sa quanto buone,immagino solo e la mangia la tua con gli occhi !

    RispondiElimina
  7. Certo che andranno a ruba, certo che hai fatto cosa gradita e soprattutto certissimo che siano assolutamente squisite!!!!

    RispondiElimina
  8. Li conosco molto bene mangiati sia in Alto Adige ma anche in Austria non solo in Tirolo. Buonissimi ma ormai non faccio nulla di fritto o fritelle siamo solo in due e nipote ormai 17enne non è più interessato. Mangio da qui grazie e buona serata.

    RispondiElimina
  9. Testimonials of Rock and Roll Daycare School from teachers and parents of Rock and Roll Montessori School in Cambridge, Boston, Somerville. Call us now for more information!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.