giovedì 22 ottobre 2015

Caldarroste al forno o in padella: tips and tricks e Carne salada in festa

Il profumo delle castagne arrostite evoca irrimediabilmente la mia infanzia e i freddi pomeriggi d'autunno...
Ricordo nonna Assunta arrostire le castagne al camino oppure lessarle in contenitori di terracotta...
Davvero un comfort food indimenticabile che sempre conserverò nel cuore.

Bando alle nostalgie, oggi vi offro le caldarroste trentine, una terra che ha tanto da offrire in quanto a specialità gastronomiche...



CALDARROSTE: TIPS & TRICKS
Per 4 persone

600 g di marroni o castagne

- Scegliete castagne dall'aspetto sodo, buccia lucida senza imperfezioni o buchi;

- Per avere delle castagne che si sbucciano perfettamente dopo la cottura consiglio un bagno delle castagne in una ciotola per circa 4-5 ore;8

- Scolate le castagne dall'acqua e con un coltellino appuntito incidete la parte bombata praticando un taglio di circa 2 cm;

- Cuocete le vostre castagne a fuoco vivo in padella oppure a 220° per circa 35 minuti  se optate per il forno. In entrambe le modalità, ricordate di scuotere la teglia o la padella durante la cottura per agevolare la distribuzione di calore omogenea su tutte le castagne;

- Le castagne sono pronte quando la buccia appare bruciacchiata;

-Se non riuscite a metterle a bagno precedentemente, appena pronte, avvolgete le castagne in un canovaccio umido per facilitare con la sbucciatura.

- Gustatele calde accompagnate da mosto d'uva.

Guardate come si sbucciano bene,  io le arrostite poco per mantenerle più morbide per i bimbi.



Con questo post vi comunico che questo weekend a Riva del Garda avrà luogo un evento fantastico dedicato alla carne salada, deliziosa specialità trentina!
Qui trovate maggiori informazioni e il programma.
Protagonisti principali sono gli chef  Cristian Bertol e Simone Rugiati, non mancate!
Io ci sarò, vi aspetto!


Info e prenotazioni qui

Buona giornata a tutti,
Ale 

6 commenti:

  1. Buondì! Ma che idea geniale! Non sapevo mica che tenendo a bagno le castagne dopo si riescono a sbucciare perfettamente! Pensavo dipendesse dalla qualità!
    Grazie mille per il consiglio!
    Proverò sicuramente!

    RispondiElimina
  2. Grande, Ale, mi capiti proprio a fagiolo! Sabato scorso le ho preparate anche io, con la mia nuova padella forata...ottime, eh, nulla da dire. Ma dopo la mia cucina era una distesa di fuliggine e la casa una fumera che si sentiva ancora lunedì mattina!!! o_o Meglio il forno secondo te?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Danja, sì ti consiglio la cottura in forno se non vuoi sporcare, il profumo è buonissimo e risolve tanti problemi logistici...vengono meno abbrustolite ma sono buonissime comunque! :)

      Elimina
  3. Anche io li ho fatte e li ho messo pure al mollo, ma non sempre sono sbucciate così bene, qualcuna si è proprio sbriciolata, ma non ho buttato niente. Ho ancora nel freezer per poter preparare qualcosa con loro non appena ho il tempo ! Le tue sono bellissime !

    RispondiElimina
  4. Non sapevo dell'ammollo e nemmeno della possibilità di cottura in forno...semplicemente geniale! Provo..ne ho 3 cassette raccolte dai miei genitori in montagna che attendono solo una degna fine :-P
    Grazie, ti farò sapere ^_^

    RispondiElimina
  5. Io le adoro...non c'è niente da fare....sono per me come la zucca...una droga!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.