mercoledì 23 settembre 2015

#Caseificiaperti, alla scoperta del Parmigiano Reggiano: vera eccellenza italiana!

Sabato 12 settembre ho avuto la fortuna di visitare il caseificio Coduro di Fidenza (Parma) grazie al Consorzio Parmigiano Reggiano.
L'esperienza è stata bellissima e interessante: vedere come nasce un'eccellenza italiana come il Parmigiano Reggiano è un 'esperienza che consiglio a tutti e che invito a fare sabato 3 e domenica 4 in occasione dei #caseificiaperti...eventi, visite guidate e degustazioni vi aspettano, un magico tour  per conoscere ed acquistare il parmigiano direttamente dal produttore.

La giornata di sabato è  iniziata prestissimo, al mattino abbiamo visto il casaro subito all'opera con il latte fresco della sera prima e poi tutti i successivi passaggi...

Con l'occasione ci tengo a ringraziare Giulia del Consorzio Parmigiano Reggiano   e Teresa, per la loro disponibilità  e correttezza.


Ecco i passaggi nel dettaglio:







Spinatura o rottura della cagliata 


Formatura del parmigiano

Come nasce l'inconfondibile marchio Parmigiano Reggiano

 
Il formaggio appena estratto dalla vasca

Processo di stabilizzazione della forma

Salatura


Stagionatura

Le 3 diverse stagionature: 12, 24 e 36 mesi

******
Dopo la visita al caseificio Coduro,  ci siamo spostati a  Fontanellato al Labirinto della Masone, dove ho avuto l'onore di conoscere lo chef Massimo Spigaroli che ci ha ospitato nella sua cucina professionale per una dimostrazione di cucina con tutte le ricette, dall'antipasto al dolce, tutte a base del delizioso Parmigiano Reggiano e altre specialità della zona come il Prosciutto crudo e l'uva termarina.


Qui una foto del magnifico bistrot del Labirinto:


Qui lo chef Spigaroli ci spiega la sua idea di cucina:attenta alla tradizione e alla scelta dei prodotti di stagione senza troppi mix. 


Qui lo chef Spigaroli all'opera:

Tra una portata e l'altra, il vino tamburen si sposa perfettamente! 
Ed ecco le creazioni dello chef:

- tartare di manzo con giardiniera di verdure dell'orto;
- fonduta di parmigiano con culatello croccante; 
- scrigno di gnocchi al parmigiano gluten free in brodo con coperchio di pasta brisée;
-rollé di maiale nero ripieno di parmigiano  e culatello con chip di zucchine;
- chantilly al parmigiano su riduzione di uva termarina e lamponi.

Felice giornata,
Ale

3 commenti:

  1. Che giornata è senza un pezzo di parmigiano, troppo buono !

    RispondiElimina
  2. Ti ho seguita passo passo sui social...non potevo farmi scappare questo tour che mi ha permesso di scoprire qualcosa in più sul formaggio che amo di più ;)
    bacione

    RispondiElimina
  3. Fortunella, deve essere stata davvero un'esperienza fantastica. La vista di quel corridoio pieno di forme mi ha quasi tolto il fiato. Chissà vederla dal vivo, chissà che profumo

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.