mercoledì 11 marzo 2015

Crostata della perdizione con i biscotti del riciclo

Non lasciatevi ingannare dall'aspetto, non si tratta di un dolce al gusto tiramisù, anche perché, come molti di voi sapranno, a me non piace il caffé anche se mio marito dice che il mio tiramisù è il più buono di tutti quelli mangiati in vita sua!

Quella che vi presento oggi è una crostata realizzata con dei biscotti al cacao rimasti in dispensa e di cui Linda non voleva più saperne.
All'interno un sottile strato di crema al cacao e nocciole e sopra una sofficissima chantilly al cioccolato bianco...
Niente di più godurioso! Ve lo assicuro...
Perchè della perdizione? Cercate di capirlo da soli... :P


CROSTATA DELLA PERDIZIONE
Per uno stampo a cerniera di 20 cm di diametro

Per la frolla al biscotto

220 g di biscotti al cacao ridotti in polvere
100 g di nocciole non pelate tritate finissime
100 g di farina 00
1 uovo medio
poco olio di semi ( facoltativo, qualora l'impasto dovesse essere troppo secco)

100 g di nocciolata

200 ml di panna da montare
2 cucchiai di zucchero a velo (facoltativo, a vostro gusto)
100 g di cioccolato bianco fuso
poco latte

cacao amaro da spolverare


In una ciotola unite i biscotti e le nocciole tritate, unite la farina e mescolate in maniera omogenea. Unite l'uovo e cominciate ad impastare, se vedete che l'impasto si presenta secco e non omogeneo, unite a occhio un po' di olio di semi.
Terminato l'impasto che avrà la consistenza di una frolla, formate una palla e fate riposare mezzora in frigo.
Trascorso questo tempo, mettete la frolla nello stampo creando delle pareti alte e mettete in forno a 180° per circa 15 minuti.
Fate raffreddare, poi farcite il guscio di frolla con una strato di nocciolata.
Montate la panna a neve fermissima, mescolate 50 ml di latte con il cioccolato fuso e unitelo alla panna. Unite lo zucchero a velo se volete.
Riempite un sac-à-poche con la crema ottenuta e con una bocchetta liscia grande, coprite lo strato di nocciolata con la chantilly di cioccolato bianco e terminate la vostra crostata. Fate riposare un'oretta in frigo.
Servite con un'abbondante spolverata di cacao amaro.



Buon pomeriggio a tutti,
Ale.

21 commenti:

  1. sono la primaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
    questa chantilly al cioccolato bianco...credo che sia di una libidine pazzesca, sai che vado matta per il ciocco bianco.
    E questa crostata è una bomba, in tutti i sensi, mi piace questa frolla con i biscotti tritati...per me è una novità!
    e mi piace sentire il croccolento nella frolla... hai visto che mi sono sbizzarrita con le frolle
    fino a poco tempo fà non la facevo mai la frolla, l'abbinavo alla classica crostata di marmellata, di cui nonsono mai stata un'amante.
    poi un annetto fà mi sono sbizzarrita perchè la frolla puoi farla veramente in 100 e 100 modi
    quindi questa me la segno
    sissi brava Ale... molto meglio della torta precedente ;)
    ah ah ahahahhaha
    smuackkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk

    RispondiElimina
  2. Ale con un avanzo hai creato una meraviglia. Questo dolce mi ricorda tanto uno che facevo quando ero piccola ma in modo proprio semplice, semplice non bello come il tuo. Brava per aver trasformato un dolce semplice in una vera bontà.

    RispondiElimina
  3. Allora...io sarei a dieta, niente dolci né carboidrati da una settimana e tu mi pubblichi questa meraviglia?? Aiutooooooooo mi mangio il monitoooor :D

    RispondiElimina
  4. Forse il nome deriva dal fatto che si mangia senza pensare alla linea, o forse mi sbaglio, ma mi sembra che non può essere un altro motivo. E' proprio deliziosa e vien voglia di tuffare un cucchiaino dentro ! Buon pomeriggio !

    RispondiElimina
  5. Non c'è nient'altro da dire se non che dev'essere una delizia. Io più che qualche biscotto in avanzo, ho qualche pacco di biscotti in avanzo...perché devi sapere che mia suocera si ostina a regalarmi dei pacchi di biscotti, pur sapendo che io preferisco preparare la merenda dei bambini personalmente. Ok, abbiamo trovato come usarli e grazie delle tue belle parole. ;) ti abbraccio.

    RispondiElimina
  6. ero convinta anche io fossi al tiramisu (che io adoro!!!)...certo che anche questa-....MERAVIGLIAAAAAA!!!! .-)

    RispondiElimina
  7. Ma io per fare questa i biscotti li faccio avanzare apposta. E' bellissima!

    RispondiElimina
  8. mamma mia della perdizione,giustissimo titolo,wow,che golosità,bravissima,invidio i tuoi commensali,voglio una fetta,è imperdibile,irresistibile,golosissima e chi più ne ha più ne metta,grazie per la delizia

    RispondiElimina
  9. PERDIZIONE mai titolo fu più azzeccato . . . è una torta goduriosissima ! Dolce spettacolare , goloso e stupendo da vedere . . . bravissima :*

    RispondiElimina
  10. Goduria allo stato puro, questa crostata è sicuramente di una bontà incredibile, favolosa mi è venuta l'acquolina solo a leggere la ricetta e a guardare le foto che rendono in pieno l'idea di tutta la sua bontà, che meraviglia:)))
    bravissima come sempre Ale, ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti per questo capolavoro di bontà, bellissima da vedere e goduriosissima:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  11. Bah posso fidarmi solo dopo l'assaggio. ...perciò passo, Azzano e ti confermo ^_^

    RispondiElimina
  12. Ale ma per fare ciuffoni così cicciotti come fai? usi una bocchetta liscia ho letto..ma grande? sai che sono una frana con la sac a poche.....
    buona giornata cara.

    RispondiElimina
  13. Solo una parola: Davvero sublime!!

    RispondiElimina
  14. Anch'io detesto il caffé...ed il tiramisù non lo posso vedere ! Ci credo che è da perdizione: tra la frolla e la chantilly al ciocco bianco e la nocciolata pure...non manca nulla per renderla goduriosa al massimo

    RispondiElimina
  15. Tesoro ma che spettacolo! davvero resto senza parole... da i biscotti in dispensa hai tirato fuori una crostata da pasticceria.. solo a vederla si azionano le papille gustative... perdizione... il nome non poteva essere che questo:*

    RispondiElimina
  16. Ecco. Potrei morire alla visione di una crostata così *__* mi è venuto un colpo già quando l'ho vista su Facebook!
    Dalla rimanenza di biscotti, hai tirato fuori una crostata divina!
    Bravissima Ale! Un abbraccio,
    Anna

    RispondiElimina
  17. Nome azzeccatissimo direi!! Un bacione :)

    RispondiElimina
  18. Muito bom o seu blog, estive a percorre-lo li alguma coisa, porque espero voltar mais algumas vezes,deu para perceber a sua dedicação em partilhar o seu saber.
    Se me der a honra de visitar e ler algumas coisas no Peregrino e servo ficarei radiante.
    E se gostar e desejar comente.
    Que Deus vos abençõe e guarde.
    Abraço.Peregrino E Servo.
    http://peregrinoeservoantoniobatalha.blogspot.pt/

    RispondiElimina
  19. Roba da svenire *.* *.*
    Ieri ero a casa con un a mia amica e abbiamo visto l'immagine del dolce su fb, lei è letteralmente impazzita, si è segnata la ricetta e mi ha chiesto il link del blog, con questa crostata l'hai conquistata ;)
    bacione

    RispondiElimina
  20. No dai, questa base ricicla biscotti è troppo bella, immagino si possa fare anche con altri tipi di biscotti. La torta deve essere da urlo.

    RispondiElimina
  21. Immagino il perché. Già solo il rivoletto di crema di cacao e nocciole che esce dalla foto dell'interno della torta mette voglia di provarla subito :)

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.