sabato 21 marzo 2015

Ballokume elbasani, biscotti albanesi di primavera

Oggi inizia o inizierebbe la primavera... a giudicare dal cielo sopra di me, sembrerebbe una triste giornata di autunno, cielo coperto e aria pungente...

Ma secondo il calendario oggi è il primo giorno di primavera e io voglio comunque festeggiare, pensate che in Albania tutta la settimana che va dal 14 al 21 marzo è una ricorrenza importante...il 14 marzo, festa pagana, si inizia a festeggiare il Dita e Verës (il giorno di primavera) e le donne in casa preparano piatti tradizionali come il byrek (una sorta di torta salata fatta di pasta fillo ripiena di carne e/o verdure, formaggio, e che presto arriverà su questo blog) , baklava e i ballokume (biscottoni originari della città di Elbasan).

Per la ricetta devo ringraziare la dolce Lory, una mia assidua lettrice, albanese come mio marito, che vive in Italia da anni e che mi segue dai primi tempi del mio blog.
Lory ha provato tante mie ricette e siamo diventate amiche, anche se a distanza.
Ora era arrivata l'ora che io provassi una sua ricetta! :)

Mio marito ha trascorso davvero poco tempo nella sua terra e pensate che lui questi dolci neanche li conosce....o comunque non sotto questo nome.

I ballokume sono dei biscotti dagli ingredienti genuini, buonissimi e non troppo difficili, dovrete armarvi di pazienza perché il burro va lavorato a mano con lo zucchero per circa 45 minuti...

La ricetta originale è gluten free, quindi consiglio e regalo questa ricetta a tutte le mie amiche celiache come le dolci Audrey e Stefy...
Nella mia versione un po' di glutine c'è ma è stata una mia personale variazione.

I ballokume solitamente sono di grandi dimensioni ma dato che a casa pullulano continuamente dolci, ho preferito prepararli di una dimensione più piccola. 
Con queste dosi ne vengono 10 di diametro 6-7 cm ma se volete, potrete duplicare o triplicare le dosi!

BALLOKUME ELBASANI (BISCOTTI ALBANESI GLUTEN FREE DI PRIMAVERA)
Per 10 pezzi medi

250 g di zucchero semolato
125 g di burro fuso
250 g di farina di mais finissima tipo fioretto (io ho optato per 200 di mais e 50 di farina 00) 
2 uova intere


In una ciotola (possibilmente di rame) lavorate con le mani lo zucchero e il burro fuso per 40 - 45 minuti (sieate pazienzi mi raccomando, ne sarete ripagati).
Quando il composto sarà liscio e cremoso al tatto, aggiungete le uova una alla volta, facendo attenzione ad amalgamare bene la precedente prima di aggiungere la successiva.
A questo punto, in più riprese incorporate la farina di mais fino ad ottenre una frolla ben soda, se così non dovesse essere, aggiungete un po' di farina in più.
Formate delle palle grandi quanto una mela e mettetele ben distanziate su una placca coperta di carta da forno.
Se non siete sicuri della consistenza dell'impasto, infornate una o due di prova, se il biscotto non si appiattirà del tutto in cottura, vuol dire che va bene. Se così non dovesse essere, mettete l'impasto per qualche minuto in frigo per farlo compattare.
Cuocete in forno caldo a 180° per circa  25- 30 minuti oppure fino a che non saranno ben dorati.


Buon inizio primavera a tutti,
Ale

11 commenti:

  1. QUI DA TE COMUNQUE SI RESPIRA GIA' PRIMAVERA CON LE TUE FOTO BELLISSIME, FIORI, FARFALLE....E QUESTI BISCOTTI INCREDIBILI, SEMPLICEMENTE GOLOSI!!!!BRAVISSIMA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  2. Ciao Ale,
    ma che meraviglia!!! Questi biscotti sembrano molto buoni e sfiziosi, sai che sono
    una golosona pertanto devo assolutamente provarli e poi adoro scoprire cibi che appartengo
    ad altre tradizioni perchè è come scoprire una nazione e il suo popolo ;D
    grazie per il bellissimo pensiero <3 <3
    buon fine settimana un mega abbraccione

    RispondiElimina
  3. Mi piace tanto questa ricetta Ale, semplicissima e con pochi ingredienti. Eppoi, adoro scoprire le ricette di altri paesi e culture, sono affascinata dalla cucina di tutto il mondo e "torturo" sempre le mie amiche straniere per farmi passare qualche loro ricetta tipica! E' sempre meraviglioso passare di qua...Sereno weekend Ale e un caro abbraccio, Mary

    RispondiElimina
  4. Questi biscotti mi incuriosiscono moltissimo per la lavorazione così lunga di burro fuso e zucchero, che immagino li renda molto friabili. Da provare!

    RispondiElimina
  5. Al guardarli sembrano molto friabili, sarà per la lunga lavorazione del burro. Sicuramente sono molto deliziosi e spesso anche a me piace fare i dolci più piccoli, proprio perché li faccio molto spesso. Buona serata e buona domenica !

    RispondiElimina
  6. qui, a Torino, piove, mi merito senza dubbio doppia razione di questi biscotti per sconfiggere la malinconia..

    RispondiElimina
  7. Trieste da sempre cosmopolita sopratutta essendo una porta verso l'est, questi biscotti stranamente li conosco. In casa c'era una famiglia di albanesi che per un piccolo aiuto verbale la signora me ne ha portati un bel piatto.
    Non so la ricetta ma penso senz'altro sia questa.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  8. Curiosissimi questi biscottoni! Amo le incursioni nelle tradizioni culinarie degli altri paesi! Ma ora mi devi spiegare una cosa... Che da te pullulino i dolci non ci sono dubbi... Ma come fai ad essere così prolifica con 2 bimbi piccoli e un lavoro? Complimenti, davvero! Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  9. Ma che belli!
    Grazie per averli condivisi

    RispondiElimina
  10. Anche qui è sparita la primavera! Belli questi biscotti Ale! Semplici semplici!!! Si possono rifare in un batti baleno!! Bacioni e buona settimana!

    RispondiElimina
  11. Mi piacciono questi biscotti così easy!!!!! Buon lunedì!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.