mercoledì 28 gennaio 2015

Canederli al basilico su letto di porri saltati

"Ancora canederli?" " Ma che mangi sempre le stesse cose?" "A casa mia? Giammai!"
Mio marito ve lo potrà confermare, ho l'odio nel mangiare sempre le stesse cose e in casa mia non c'è mai una volta che si mangia in maniera uguale...mi spiego meglio, sono talmente attratta da abbinamenti, ricette e ingredienti sempre diversi che mio marito dichiara di essere l'uomo più fortunato del mondo, data la varietà di pietanze che circolano nella nostra dimora!
Linda, la mia bimba di 3 anni e mezzo, inizia adesso a far problemi col cibo ma dovrà adeguarsi, deve imparare a mangiare tutto, perché credo sia la cosa migliore.
Ovvio che poi i gusti sono qualcosa di personale e vanno rispettati, ma mica possiamo mangiare pastasciutta tutti i giorni, no? ;)

Questi canederli sono speciali, la freschezza del basilico si sposa meravigliosamente con  il grana e i porri...un primo piatto davvero irresistibile!



CANEDERLI AL BASILICO SU LETTO DI PORRI SALTATI
Per 12 canederli medi
300 g di pane raffermo tagliato a cubetti (si consiglia pane con poca crosta)
15 foglioline di basilico tritate grossolanamente
2 uova
200 ml di latte intero
200 g di grana trentino grattugiato
erba cipollina tritata q.b.
un cucchiaio scarso di farina 00
sale
pepe
Per il brodo vegetale:
1 cipolla rossa
2 carote
1 patata
1 piccolo mazzetto di prezzemolo 
1 costa di sedano 
mezzo cucchiaio di sale
2,5 l di acqua
olio evo
Per servire:
2 porri affettati a rondelle
60 g di burro
grana per terminare
Preparate il brodo:
  Come per i canederli alle rape rosse che trovate qui, ho seguito le istruzioni di Monica per la preparazione del brodo e dei canederli.
Mettete in una pentola grande le verdure affettate e coprite con l'acqua.
Salate e versate un filo d'olio, fate cuocere per circa 2 ore e alla fine unite il prezzemolo tritato.
Preparate i canederli mettendo il pane in una ciotola, sbattete l'uovo con il latte e versatelo sopra il pane.
Impastate il composto e unite il grana, il basilico, l'erba cipollina, la farina, il sale e il pepe, impastate bene e fate riposare per circa 20 minuti.
Otterrete un impasto abbastanza corposo, poi formate 12 palle di circa 4-5 cm di diametro.
 In una padella fondete il burro e unit ele rondelle di porri, fate appassire leggermente e spegnete il fuoco.
Lessate i vostri canederli nel brodo caldo ma a fiamma dolce per almeno 5 minuti.
Appena i canederli torneranno in superficie saranno pronti.
Scolateli e poneteli in padella a rosolare con i porri saltati, servite caldi, sistemando i porri sul fondo del piatto, poi adagiatevi i canederli e terminate con una spolverata di grana.
 Con questa ricetta partecipo all'MTC di Gennaio
Mentre scrivo questo post, una lacrima attraversa il mio viso!
Ultimamente vengo a conoscenza di tremendi accadimenti e io continuo a pregare che tutto vada per il verso giusto!
Dio c'è e io lo so...
Perdonate il mio animo triste di oggi!
Vedere Linda così debole non aiuta di certo, ma spero passi presto!


Un abbraccio a tutti,
la vostra Ale

14 commenti:

  1. Canederli o gnocchi di pane (tradotto dal tedesco brotknoedel) mi piacciono da matti. Qusti devono essere speciali. Buona serata

    RispondiElimina
  2. Ti abbraccio forte, anche io oggi mi sento alquanto down. Mi consolo guardando i tuoi canederli che oltretutto non ho mai assaggiato.

    RispondiElimina
  3. pensa che io adoro i canederli, ma non li ho mai fatti...mi vergogno quasi a dirlo....
    Questi tuoi devono essere davvero squisiti!
    un bacione cara a te e ai bimbi

    RispondiElimina
  4. un piatto molto sfizioso e gustosissimo, bravissima:))
    baci
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Un bel grande piatto, molto gustoso !

    RispondiElimina
  6. Io e te siamo sempre più simili a quanto pare.. Anche io odio ripetere gli stessi piatti in giorni troppo ravvicinati!
    Bellissima la tua nuova versione di canederli, con il basilico che io da ligure adoro da matti!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. Fai benissimo ad abituare la tua bimba ad apprezzare tutto, l'educazione alimentare parte proprio dalla tenera età!
    Ottima proposta, chissà che buon profumino ^_^

    RispondiElimina
  8. Hai ragione Alessandra. Purtroppo le notizie brutte spesso arrivano come fulmini. So a cosa ti riferisci e credimi sono in pena anch'io. Hai fatto bene a postare questi meravigliosi canederli, perchè aggrappandosi alla normalità delle cose si affronta tutto con più forza. Mi piace l'abbinamento dei sapori. Mi sembra molto fresco e stuzzicante. Brava.

    RispondiElimina
  9. Lo dico anch'io che tuo marito è fortunato, può assaggiare tutte le delizie che posti :) Fantastici questi canederli, bravissima Ale!!!
    un abbraccio e bacioni ai tuoi bimbi...

    RispondiElimina
  10. Io adoro i canederli....che buoni! Con i porri poi ....chissà poi che bontà!

    RispondiElimina
  11. L'odio per l'avere una cucina ripetitiva e monotona ci accomuna. Anche io odio portare in tavola due volte la stessa cosa. preferisco variare, sempre :) I tuoi canederli per esempio sono un'ottima variazione, profumata e fresca.
    In quanto al periodo, passerà, non preoccuparti, ma se hai bisogno di fare due chiacchere, sappi chesono qui :*
    A presto :*

    RispondiElimina
  12. Spettacolari questi canederli!!!!

    RispondiElimina
  13. Che buoni devono essere...fame ioooooo !!
    Ciao tesoro <3

    RispondiElimina
  14. Hai ragione, la monotonia in cucina non ci vuole, assolutamente. Già la vita ci concede spesso momenti brutti o elementi monotoni, almeno cerchiamo di renderla più luminosa con qualche bel piatto.
    Buona questa idea del basilico, che rinfresca e profuma, e si lega ai vari aromi preparando il palato all'arrivo dei porri, consistenti e saporiti, ma non aggressivi.
    Brava Ale, sapevo che mi avresti proposto una rivisitazione unica e ti mando un abbraccio forte, sperando che il brutto periodo passi presto e la salute torni nella vita delle persone che ami.

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.