lunedì 13 ottobre 2014

Tod Man Khao Pod : frittelle di mais tailandesi (gluten free)

Buongiorno a tutti e buon inizio settimana a tutti!
Per il nostro terzo "Lunedì etnico" vi presento una specialità che arriva dalla Tailandia: Tod Man Khao Pod, deliziose frittelle a base di mais, farina di riso e curry rosso, la ricetta originale è presa da qui.
Come ben sapete, quando penso alla Tailandia e alla cucina di questo meraviglioso paese, penso immediatamente alla mia dolcissima e adorabile amica Vaty.
Una persona squisita, gentile, sempre disponibile e sincera: questo piatto è dedicato a te!
Non sono mai stata in Tailandia ma vorrei un giorno poter visitare questo meraviglioso paese , dove dicono che la bellezza sia in ogni angolo, in ogni gesto, in ogni profumo...

Queste frittelline le ho preparate come antipasto venerdì sera, dato che io e mio marito abbiamo organizzato una cena a tema tailandese invitando mia sorella, mio cognato e un nostro amico.

Avendole preparate per la prima volta, devo dire che mi hanno stupito: sono buonissime e molto particolari!
Le replicherò a breve! E voi che fate? Ci provate anche voi?


TOD MAN KHAO POD (FRITTELLE DI MAIS TAILANDESI)
Per 15 -16 frittelle
300 g di mais in scatola
150 g di farina di riso*
1 uovo xxl
1 cucchiaino di pasta di curry rosso
1 cucchiaino di lievito in polvere ( non vanigliato)
sale q.b.
3 foglie di keffir lime spezzettate
una piccola manciata di coriandolo tritato (mia aggiunta)
olio per friggere
Per accompagnare
salsa chili tailandese (si trova nei negozi etnici specializzati)
Sbattete l'uovo con il sale e stemperate la pasta di curry rosso. Unite la farina di riso, il lievito e le foglie di keffir lime insieme al coriandolo, formando una sorta di pastella non troppo liquida.
Unite infine il mais ben scolato e amalgamate bene alla pastella.
Scaldate l'olio e a cucchiaiate formate le frittelle che dovranno dorare da entrambi i lati.
ponete le frittelle su foglio di carta assorbente per togliere l'eccesso d'olio.
Servite calde accompagnando con la salsa chili.

* se l'impasto dovesse risultare troppo fluido, aggiungete altra farina in più.
Buona giornata e buon lunedì dalla vostra
Ale.

18 commenti:

  1. Sai che mi hai dato una simpatica idea su come mangiare il mais? Io lo metto spesso nelle insalate ma poi non so proprio che farci con sto mais. Le frittelline mi stuzzicano, ma secondo te può andare anche una puntina di curry verde o è troppo forte? Bacioni cara e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao angela carissima, credo che il curry verde ci stia un incanto dato che nel contenuto c'è anche il basilico thai, molto aromatico ;)

      Elimina
  2. Stupende Ale! Non sai quanto mi piacerebbe assaggiarle proprio in Tahilandia... sai che per queste cose impazzisco no? ;-) E poi un giorno mi dirai di quante ore sono fatte le tue giornate perché non so proprio come fai a pubblicare così tante ricette! ehehehe Bravissima!

    RispondiElimina
  3. Non ho amato particolarmente la Thailandia, forse perché ho fatto l'errore di visitarla con un tour operator molto nazionalpopolare, che ha proposto una serie di tappe altrettanto kitsch. Ma la cucina thai, soprattutto quella "verace" ha qualcosa di magico.
    Le tue frittelline sono molto invitanti <3

    RispondiElimina
  4. Ciao Carissima,
    anch'io quando cucino tai penso a lei, è inevitabile!!! ;)
    La ricetta sembra deliziosa e vorrei tanto rifarla, spero solo di trovare tutti gli ingredienti perchè dalle mie parti non esistono i negozi etnici, purtroppo!!!
    un bacione e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. Sono stupende! Non avrei mai pensato che si potesse utilizzare il mais in questo modo! proverò!

    RispondiElimina
  6. Che spettacolo, devono essere supercroccanti. Le ricette di Vaty sno una garanzia

    RispondiElimina
  7. Molto buono cosi croccanti...grazie e buona settimana.

    RispondiElimina
  8. Certo che le proviamo, anzi non vediamo l'ora! Frittelle golose e di ispirazione tailandese non potremmo perdercele in alcun modo! Noi ne facciamo una versione decisamente rustica e nostrana e questa, così diversa e speziata, ci invoglia da morire, siamo sicure che siano squisite e presto le replicheremo!! Buon pomeriggio

    RispondiElimina
  9. Sei una meraviglia Ale...troppo curiosa di assaggiarle ! Ti abbraccio forte <3

    RispondiElimina
  10. Per me il mais è tanto buono.. fritto di piùùù :D meraviglia le frittelle.. ma sei brava anche col salato, non vale mica.. :p
    a presto :*

    RispondiElimina
  11. Cara Ale, sono meravigliose:)) e di sicuro gustosissime, mi sta venendo l'acquolina:))bravissima davvero, complimenti:))
    un bacione e buon inizio settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  12. Ale sei sempre tanto dolce e così vicina alle persone che vuoi bene e si vede la tua spontaneità e la tua bellezza nel condividere con le amiche. Queste frittelle sono proprio una bella idea chissà se vengono bene anche in forno, che ne dici? Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao bellezza! in forno non saprei dirti perché la pastella non è molto solida, la frittura la rende corposa e croccante, io non rischierei però! Lo so, i fritti non sono salutari :(

      Elimina
  13. Di questo piatto colpisce subito la foto , quel fiore d'orchidea bianco sullo sfondo dona una delicatezza infinita.
    Poi, la ricetta , di quelle che ti incuriosiscono e pensi che ti piacerebbe provare, al più presto.
    Come stai Ale? E' tanto che non passo di qua, ma anche se velocemente, le tue foto le vedo e so che sei sempre al massimo : moglie, mamma di due splendidi bimbi e cuoca perfetta ! Credo che non si possa desiderare di più!
    Brava, brava, brava ! Un abbraccio immenso :)

    RispondiElimina
  14. tesoro questo lo mangiavo spessissimo in thailandia.. non posso che ringraziarti per la ricetta ..
    io spero di poterti portare con me un giorno nel mio paese.. sarebbe un sogno.. <3
    grazie Ale tvb

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.