venerdì 24 ottobre 2014

Le susumelle calabresi per la mia rubrica dei biscotti...

Mi sembrava doveroso, fare un salto nella mia terra per questa  "dolce" rubrica...
La verità è, che a parte gli amaretti e pasticcini di mandorle calabresi ( che trovate qui e qui), i nostri dolci tipici non sono molto di mio gradimento.
Quasi tutti a base di miele, noci, uvetta, cannella e chiodi di garofano e se, mentre per il miele ho proprio un'adorazione, gli altri elementi da me elencati, nei dolci, non mi piacciono quasi affatto.
Come la pitta'nchiusa ( o pitta 'mpigliata come la chiamano nel cosentino), anche le susumelle sono a base di miele e cannella ( e spesso anche di uvetta) e hanno un profumo molto intenso, sono dolci calabresi tipici natalizi che mi riportano irrimediabilmente alle notti di Natale da bambina!

Di quanto il mio olfatto sia molto sviluppato, ormai chi mi conosce, lo sa bene! Mio marito infatti, scrivevo, qualche mese fa, mi chiama "cane da tartufo"...riesco a sentire odori ben distinti anche a diversi metri di distanza...che sia una buona dote? A voi la risposta...

Ma appena sfornati questi dolcetti, quel profumo di cannella e miele mi ha fatto venire in mente tante cose: di quando ero piccola, delle luci di Natale, dei miei nonni che ormai non ci sono più, dei vassoi di dolci strapieni di tardilli, torroni e susumelle, l'atmosfera magica di quelle feste e di tante bellissime cose che conserverò per sempre nel mio piccolo cuoricino.

Per la ricetta devo ringraziare la dolcissima Renata, calabrese come me, che purtroppo non ho ancora avuto il piacere di conoscere ma che spero di poter abbracciare presto!
La ricetta di queste susumelle l'ho presa dal suo blog, esattamente da qui e devo dire che sono esattamente uguali a come le ricordavo ( ma l'ho solo assaggiate, come dicevo prima, non amo la cannella nei dolci), mia mamma me ne ha chieste 4 da portare a casa sua, che dite, secondo voi, le sono piaciute??? ;)


SUSUMELLE CALABRESI
Per 7 dolcetti (io ho dimezzato le dosi)

125 g di farina 00
50 g di zucchero
mezzo cucchiaio di cacao amaro
mezzo cucchiaio di cannella in polvere
50 g di miele ( reso liquido scaldandolo con poca acqua su un pentolino)
1 cucchiaino di lievito per dolci stemperato in 20 ml di latte
70 g di cioccolato fondente fuso

Impastate tutti gli ingredienti formando un impasto omogeneo e un po' appiccicoso.
Come suggerisce Renata, stendete l'impasto tra due fogli di carta forno e formate con un coppapasta tondo  i vostri biscotti.
Visto che la forma originale è ovale, li ho poi modellati con le mani direttamente sulla teglia da forno e poi infornati a 180° per circa 15 minuti.
Quando i dolcetti saranno freddi, ricopriteli in superficie di cioccolato fondente fuso.

ps. perdonate l'aspetto della copertura, ma il cioccolato dopo essersi solidificato, "ha sudato", perché nel mio appartamento c'è il riscaldamento centralizzato e fa un caldo da morire e sono apparsi quegli antiestetici puntini.


Felice venerdì a tutti voi e a presto con una nuova ricetta!
Ale.


16 commenti:

  1. Io invece adoro la cannella nei dolci e questi si aggiungono alla mia lista di cose da provare che diventa sempre più lunga!!!!!:) un bacione Ale! Come stai la tua piccola? Buon weekend!!!

    RispondiElimina
  2. Tesoro che delizia questi biscotti!!Sai cara sto raccogliendo da voi blogger le ricette dei biscotti che mi colpiscono di più per Natale da regalare ad amici e parenti e questa di sicuro andrà dritta nella mia lista!!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  3. Susumelle, turdilli ( a Cosenza a casa di mia madre li chiamavano così)e la pitta 'mpigliata!! quanti ricordi ...
    Per Natale io preparo ancora la pitta e i turdilli insieme agli scalilli che non so se tu conosci..mentre non avevo la ricetta delle susumelle che ti rubo mentre corro a vedere il blog di Renata! per me è irresistibile il richiamo della mia terra;))
    Buon weekend!!

    RispondiElimina
  4. Renata è bravissima, rappresentava per noi la Calabria nella nostra rubrica Regionale L'Italia Nel Piatto cui devi partecipare assolutamente anche tuuuuuu :D. Io adoro la pitta mpigliata e i dolcini spaziati, troppo come i tedeschi forse no ma quelli italiani sono un giusto mix a mio avviso. Inutile dirti che questi ti sono riusciti alla perfezione e se io oggi sono stata autunnale, tu sei stata già natalizia ed io mi pregusto l'idea di passeggiare insieme come mi hai detto augurandoci il meglio che la vita possa portare con tanta energia positiva come solo noi sappiamo!!!! TVB AMICA MIA <3

    RispondiElimina
  5. Io adoro la cannella, e questi dolcetti non li ho mai provati...per Natale li voglio assolutamente fare! :)

    RispondiElimina
  6. Ahaahahah ma lo sai che spesso chiamano anche me "cane da tartufo"? Non so se è un bene o un male, so solo che certe volte (tipo in metro) non vorrei esserlo! :D ;) Bravissima Renata e bravissima tu, queste susumelle devono essere tanto tanto buone! Complimenti e un abbraccio forte, buon weekend :) <3

    RispondiElimina
  7. Ne prendo una...non le ho mai assaggiate!!!

    RispondiElimina
  8. Cara Ale, io impazzisco per la cannella: l'adoro:)) e questi dolcetti sono sicuramente buonissimi e troppo profumati, che meraviglia:))bravissima come sempre Ale, complimenti:))
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  9. adoro il cioccolato e queste susumelle sono troppo buone!!!
    buon week end Ale
    spero che la piccola stia finalmente bene :*

    RispondiElimina
  10. Che coincidenza, anche io ho l'olfatto piuttosto sviluppato. L'ho preso da mio padre. E mia mamma ci odia per questo, perchè non facciamo altro che chiederle "cosa stai cucinando?!?? che strano odore..." :-)

    Non credo di aver mai assaggiato questi dolcetti, anche io non amo molto i dolci con tanto miele, ma questi sono davvero invitanti

    RispondiElimina
  11. buone,buone, da me a Napoli si chiamano susamielli dolcetti natalizi con vino cotto ecc

    RispondiElimina
  12. Perfette e buonissime...altro che puntini ragazza.....complimenti e grazie mille per la fiducia....io le adoro ..ne mangerei una"spasa china" volentieri...e se potessi partirei anche volentieri per un tour di abbracci ��un bacione e ancora complimenti un goloso risultato davvero��P.S. c'è un'altro biscotto calabrese molto usato nelle visite tra parenti e amici lo stracetto che spero di pubblicare presto...un bacio

    RispondiElimina
  13. Mi piace anche il nome di questi deliziosi biscotti, li assaggerei molto volentieri... bravissima Ale!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  14. Ale questi biscotti sono perfetti in vista del natale ma sai che non li conoscevo? Io se penso a cannella, chiodi di garofano e Natale mi vengono subito in mente i mercatini natalizi, la neve, i canti dei bimbi e l'immancabile tazza bollente di vin brulé...andrò a nanna con dolci ricordi grazie a te.
    baci

    RispondiElimina
  15. Le susumelle le abbiamo sentite dire, ma non le abbiamo mai assaggiate a differenza della pitta mpigliata...questi biscotti ci ricordano dei biscotti natalizi tedeschi molto buoni!! Ce li immaginiamo accanto ad una bella tazza di vin brûlé :) buona domenica, un bacio!!

    RispondiElimina
  16. Wow sono calabrese anch'io e le susumelle sono le mie preferite <3

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.