martedì 23 settembre 2014

Mparrettati ( o fileja) con sugo al basilico e provola silana

E voi vi domanderete a questo punto di cosa sto parlando.... Gli mparrettati ( chiamati così nella zona del catanzarese) o fileja ( nome usato invece nella zona di Vibo Valentia e paesi limitrofi) sono dei maccheroni tipici calabresi caserecci eseguiti con una lavorazione al ferretto, semplici, fatti con farina, acqua e sale.
In Calabria sono la pasta della tradizione e potete trovarla in diverse varianti: al peperoncino, agli spinaci, al limone ecc.
Inutile dirvi che sono deliziosi conditi con sugo di carne di maiale oppure con sugo di melanzane e ricotta affumicata, con la 'nduja o al forno.
Questa volta mi sono limitata ad un sugo semplice di pomodoro con un forte aroma di basilico fresco e tocchetti di provola silana per far "filare" il tutto... Una meraviglia assoluta!
Da provare..
MPARRETTATI CON SUGO AL BASILICO E PROVOLA SILANA
Per 2 persone
 
200 g di mparrettati classici
250 ml di passata di pomodoro
6 foglie di basilico fresco spezzettate
mezza cipolla rossa di Tropea
2 cucchiai di olio evo
pecorino crotonese grattugiato q.b.
100 g di provola silana tagliata a cubetti
sale
pepe
 
In una padella fate soffriggere la cipolla tritata con l'olio, appena sarà imbiondita, aggiungete la passata di pomodoro e mescolate.
Fate cuocere per almeno 15 minuti fino a che il sugo non sia diventato denso e cremoso.
Salate, pepate e aggiungete le foglie di basilico.
Spegnete il fornello e coprite con un coperchio per 15 minuti.
Nel frattempo cuocete in abbondante acqua salata gli mparrettati e scolateli al dente.
Conditeli con il sugo al basilico, versate una manciata di pecorino grattugiato e la provola a tocchetti e girate per far fondere il formaggio.
Servite caldi e... buon appetito!

Ed ecco gli mparrettati nella loro semplicità!
 
Buona giornata
 dalla vostra
Ale.


11 commenti:

  1. conosco questa pasta, mi piace molto , l'ho fatta ieri con il sugo di melanzane con la 'nduja, rendono molto!!!!!!!bravissima!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  2. Questa pasta è buonissima ed è da troppo tempo che non la mangio, brava, ti rubo la ricetta

    RispondiElimina
  3. Sono meravigliose queste paste tradizionali. Una mia amica li fa simili, lunghissimi, tipici dell'appennino piacentino (ma non so come li chiamano). Che brava Ale, devono essere una bontà infinita.... li mangerei anche a merenda!
    ciao, bacioni!

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono i formati di pasta tradizionali, quelli tipici che si accompagnano ad sugo della terra dove nascono.
    Non vado matta per i primi, se non per quelli particolari, ma una buona pasta, condita con un sugo ben profumato al basilico e pure filante non me la farei proprio scappare!
    Un bacio (e finalmente ti ho trovata)

    RispondiElimina
  5. Le cose semplici sono spesso le più buone e quelle che apprezzo maggiormente. Non conosco questo tipo di pasta e mi piacerebbe tanto assaggiare questo piatto meraviglioso.
    Un abbraccio..

    RispondiElimina
  6. non sapevo si chiamasse così questo tipo di pasta che accoglie molto bene il sugo,brava

    RispondiElimina
  7. Ma che bella questa pasta, me la segno più che volentieri :)
    Un bacio :)

    RispondiElimina
  8. Cara Ale, questa pasta dev'essere veramente favolosa a dir poco e quel sugo con cui l'hai condita buonissimo..la foto rende in pieno l'idea di tutta la sua bontà.mi sta venendo di nuovo fame solo a guardarla nonostante abbia già cenato, che meraviglia:))) bravissima come sempre, complimenti!!
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  9. Che piatto di pasta meraviglioso, il trionfo del buono!!!!

    RispondiElimina
  10. Adoro il tuo piatto, ma soprattutto adoro questa nuova parola che oggi mi hai insegnato....Mparrettati....che bello, senti come ti riempie la bocca???? certo adoro anche e soprattutto te che mi delizi sempre!!!!! un abbraccio tesò

    RispondiElimina
  11. ammazza, questi mi sa che sono super buoni, belli saporiti, grande pasta!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.