lunedì 8 settembre 2014

Confettura di more selvatiche e vaniglia

In questi giorni viaggio ancora con il ricordo della Calabria nel cuore e nella mente...
Vi ho appunto detto che ho trascorso delle vacanze meravigliose, quasi magiche ...che mai dimenticherò!
E di magico c'è stato anche che la cucina in quel mese e mezzo non l'ho mai abbandonata definitivamente , anche perché non ne posso più fare a meno! :D
Sono matta? Sì, forse....oppure no, sono solo una persona che adora cucinare e mangiare bene e far felici le persone che ama.
E nella mia terra, ho fatto una gran scorta di roba genuina, incluse queste more, che mio padre e mio marito hanno raccolto con tanto amore per le strade del mio paesello qualche giorno dopo ferragosto.
Quando mio padre quel giorno tornò con quasi 2 kg di more, rimasi quasi a bocca aperta: " E ora che ci faccio?" E la cosa strana era che tutte quelle more non erano costate nulla perché dono della natura e qui invece una quantità simile varrebbe decina e decina di euro. Cose banali a cui da piccola non avevo mai e poi mai pensato!
Presa alla sprovvista inizialmente, decisi di preparare un dolce (questo qui) e la confettura che vi presento oggi: fantastica, con le more intere, che conservano il sapore intatto di questo frutto buonissimo e un dolce sentore di vaniglia che ci sta alla perfezione!
Provare per credere...
Un abbinamento incredibile e gustoso che vi consiglio è l'accompagnamento con i formaggi: provola silana oppure caciotta..
E se siete amanti delle cose tradizionali, farciteci una crostata, delle brioches soffici o dei biscotti... non ve ne pentirete! ;)
 
CONFETTURA DI MORE SELVATICHE  E VANIGLIA
 
500 g di zucchero semolato
1 kg di more
la polpa di mezzo baccello di vaniglia
una piccola mela o poco succo di limone ( facoltativo, funziona da addensante)
 
Lavate e asciugate bene le more. Mettete in una pentola dalle pareti alte le more e fatele andare sul fuoco per circa 10 minuti.
Unite lo zucchero e fate cuocere a fuoco moderato e mescolate spesso per evitare che il composto attacchi.
La cottura durerà circa un'ora.
Trascorsi 45 minuti, aggiungete la polpa di vaniglia e continuate a cuocere.
La confettura sarà pronta quando farete la prova: verserete una goccia in un piattino pulito, se la goccia di confettura rimane immobile vuol dire che è pronta per essere invasata.
Versate in vasetti sterilizzati di vetro e mettete a testa in giù per creare il sottovuoto. 
 
 
 Buon lunedì dalla vostra
Ale.

12 commenti:

  1. Buonissimo, Ale! You were lucky that your husband and your dad collected all these beautiful blackberries in the wild! Thank you for your kind words on my post about my dad. Your words touched me deeply! Baci.

    RispondiElimina
  2. Ciao Ale! Oggi è tornato tutto a posto e riesco a lasciarti qui il mio commento!:)
    Questa marmellata dev'essere buonissima e la vaniglia ci sta meravigliosamente bene!!!! Un bacione e buona settimana!!!!!

    RispondiElimina
  3. Ale con questo post mi hai fatto ricordare le mie vacanza da piccola in Calabria a Capo Vaticano dove ogni pomeriggio tornata dal mare mi divertivo con i miei cugini a raccagliere le more selvatiche...che dolci ricordi e che buona che deve essere la tua confettura.
    Ti abbraccio <3

    RispondiElimina
  4. Ale tesoro, hai ragione a sottolineare quanto siano importanti i doni che ci riserva la natura...presi dalla frenesia quotidiana rischiamo di scordarcene troppo facilmente. Pensavo all'incirca la stessa cosa quando ieri, con mio marito e mia figlia, giravamo intorno casa e ci siamo fermati a mangiare alcuni fichi di un albero nato spontaneamente dietro casa...è meraviglioso!
    Ti abbraccio e mi immagino di assaporare questa stupenda confettura.

    RispondiElimina
  5. Dev'essere una vera bontà! Con il tocco di vaniglia e il profumo dei ricordi poi! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Le vacanze belle difficilmente si dimenticano!!! e questa confettura è magnifica! un abbraccio!! buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  7. Ecco.
    Adesso mi sento in colpa per non essermi degnata di raccogliere un solo frutto di bosco (per non parlare di fichi, pere e altre cose che, normalmente, fanno parte delle mie attività estive) per tutta l'estate.
    Non avrò confetture, né conserve, né scorte in freezer ed è quello che mi merito per la mia pigrizia.

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono molto le confetture preparate in casa! Un vero e proprio "comfort food":))
    A presto!

    RispondiElimina
  9. Sono stata chiamata?? Se ci sono i frutti di bosco il mio interesse è sicuramente richiamato e la tua marmellata sembra mooolto buona!

    RispondiElimina
  10. che meraviglia! la marmellata di more è una delle mie preferite...ad avere le more, però!!!!!
    tranquilla... io in vacanza sono pure andata ad un corso di cucina!!!! ahahahah!
    ciao

    RispondiElimina
  11. La marmellata di more è fantastica, la tua poi è venuta benissimo, con quel bel colore scuro e quella consistenza un pò grumosa, ottima direi! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Accidenti che foto! Io quest'anno niente more...o almeno fino a due settimane fa...chissa ora con queste belle giornate forse saranno pronte...mi piace da morire la confettura di more!

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.