lunedì 29 settembre 2014

Boulets à la liégeoise: una specialità del Belgio e oggi inizia il primo lunedì etnico!

Salve a tutti e buon inizio settimana!
Con oggi apro una nuova rubrica dedicata alle ricette etniche, ogni lunedì vi farò viaggiare in un posto diverso, magari raccontandovi qualche aneddoto oppure qualche eventuale ricordo legato al paese o alla ricetta (ove possibile)!
Oggi vi porto in Belgio e vi presento una specialità di Liegi, provincia francofona nella regione vallone: "les boulets à la liégeoise", fantastiche polpette a base di carne e cipolla immerse in una salsa agrodolce che mi ha fatto letteralmente impazzire!

Ho deciso di iniziare con una ricetta belga per ben 2 motivi che fra poco vi spiegherò.

Dovete sapere che da quando vivo e lavoro a Bolzano ( poco più di 2 anni e mezzo), ho conosciuto una collega con cui mi sono trovata bene sin da subito ed è di nazionalità belga.
Innamoratasi di Roma e dell'Italia intera da diversi anni, non è più tornata nel "suo piovoso" paese perché dice di amare il sole.
Il feeling tra di noi è iniziato sin dalle prime parole, forse perché qui, un po' "straniera" mi ci sento anch'io...
E forse credo che il mio destino e il mio essere "cosmopolita" mi ha portato nel tempo ad instaurare bellissimi rapporti con chi proviene da paesi diversi da quello italiano, numerose amicizie in tutto il mondo e poi un marito straniero, non vi pare che sia una conferma di ciò che dico? ;)

Detto ciò, la mia cara collega, ormai amica Christel, da quando la conosco, mi è sempre stata vicina, anche nei momenti meno belli, giornate nere, momenti di sconforto, lei ha sempre avuto per me una parola dolce e di sostegno per me.

E sabato 13 in uno splendido posto mozzafiato chiamato Sardegna, ha coronato il suo sogno d'amore sposando il "suo tenente Alessio". Io purtroppo non ho potuto prendere parte alla cerimonia per una questione di lontananza ma ero lì con il cuore e con il pensiero.
A Christel ed Alessio, quindi, vanno i miei auguri di cuore per una vita felice insieme piena di gioia e serenità.

E dato che non appena Christel torna nel suo paese, mi porta sempre qualche specialità, questa volta era l'occasione giusta per utilizzare lo sirop de Liège che giaceva in dispensa da troppo tempo!
Lo sirop de Liège è una crema spalmabile scura, ottenuta dalla cottura di pere, mele e datteri fino a farli caramellare. Ideale per la preparazione di dolci e come dolcificante in generale, ottimo in abbinamento ai formaggi, io ho deciso di impiegarla per un dolce e anche per cimentarmi in questa pietanza tutta belga!
Ed è stato un successo...


BOULETS À LA LIÉGEOISE
 
Per circa 12 polpette medie
 
500 g di carne tritata mista (bovino e suino)
1 uovo
1 scalogno
1 cipolla
50 g di pangrattato
un piccolo mazzetto di prezzemolo tritato
 
Per la salsa agrodolce
 
1 cucchiaio di fecola di patate ( facoltativo)
mezzo cucchiaio di cassonade o di zucchero di canna (pare sia uno zucchero grezzo tipico belga, Christel prossimo souvenir, eh? ;)
una noce di burro
1 grossa cipolla
70 g di sirop de Liège
olio di semi di girasole per friggere
sale
pepe
 
Impastate la carne con l'uovo, tritate la cipolla e lo scalogno e uniteli alla carne.
Aggiungete il pangrattato, il sale, il pepe e il prezzemolo.
Formate delle polpette e lasciatele riposare per qualche minuto.
Nel frattempo, tritate la cipolla ma non troppo finemente, mettete la noce di burro in una padella e fate imbiondire la cipolla.
Appena il colore sarà leggermente ambrato, aggiungete lo zucchero di canna e lo sirop de Liège e fate caramellare ( aggiungete la fecola solo se la salsa vi sembra troppo liquida e non densa, a me non è servita).
In un'altra padella,  friggete le polpette nell'olio caldo  e giratele per farle colorire da entrambi i lati.
Non appena saranno cotte, tuffatele nella salsa agrodolce.
Servite calde.
 
 
E per chi fosse curioso, vi presento lo sirop de Liège!

 
Qui invece una foto degli sposi, a cui faccio ancora tanti auguroni:


Che mondo sarebbe senza amore e amicizia?

Un saluto dalla vostra
Ale.

12 commenti:

  1. Ale tesorinooooo <3 che bella questa nuova rubrica! Tu sei solare, sincera e davvero speciale, come si fa a non volerti bene? :) <3 Queste polpette sono invitantissime, devono essere una prelibatezza unica e quello sciroppo... mmm... come mi ispira! :D Complimenti e tanti auguri agli sposi, adoro la Sardegna e non potevano scegliere cornice migliore! Ti abbraccio forte! Bacini ai tuoi piccoli <3 :**

    RispondiElimina
  2. Dolcissima la storia tua e della tua amica, anche la favola del suo sogno d'amore!
    L'hai onorata benissimo con questo piatto davvero particolare, nella mia ignoranza non conoscendo lo sciroppo pensavo avresti preparato un dolce :) ti abbraccio fortissimo!!

    RispondiElimina
  3. Buonissimo!!! Adoro!!! L'ho mangiato un bel po' di volte in Belgio e anche a Lussemburgo, buonissimo!!!
    buon inizio settimana
    baci

    RispondiElimina
  4. Mi piace questa bella novità, e mi piacciono queste polpette!! :) Prima o poi tornerò in Belgio e le assaggerò li, ma nel frattempo credo proprio che le proverò seguendo la tua ricetta! :)

    RispondiElimina
  5. Non mancherò nessun appuntamento, adoro la cucina straniera!!!!

    RispondiElimina
  6. tesoro auguri alla tua amica per il matrimonio:) riconosco la divisa:D anche se quella del mio tenete è della MM :) seguirò la rubrica con grande piacere sei una fonte inesauribile di nuove idee... queste polpettine agrodolce sono la fine del mondo... appena arriva Andre le preparo con lo zucchero di canna:* ti abbraccio tesoro:)

    RispondiElimina
  7. Lo sai bene che non sono tanto brava con le parole...ci tengo però a dirti che mi sono davvero emozionata, leggendo la tua dedica...un grazie di cuore per le belle parole, anche da parte di mio "marito"... :D
    Sei speciale cosi come i tuoi dolci...un abbraccio e a presto...

    RispondiElimina
  8. Questa ricetta mi ha letteralmente conquistata!!Anch'io sono di origine belghe precisamente Herentals dove parlano fiammingo ma ho anche parenti a Liegi.Lo sciroppo di Liegi temo che non lo trovo qui :-( peccato!!!!!
    Un augurio di vita serena e felice ai bellissimi sposi!!!!

    RispondiElimina
  9. Cara Ale, bellissimo post, dal quale traspare tutta l'amicizia e l'affetto che ti lega alla tua amica:)) alla quale faccio tanti auguri per il matrimonio:))
    queste polpette devono essere veramente speciali e di sicuro buonissime, mi sta venendo l'acquolina solo a guardarle, che meraviglia:))
    bravissima come sempre Ale, ti faccio tantissimi complimenti:))
    Un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  10. ciao Ale
    la ricetta mostra nelle foto tutta la sua bontà! sono certa che anche la prova forchetta avrà confermato la mia impressione :)
    bacio e grazie del racconto :) seguirò questa tua avventura etnica con interesse!

    RispondiElimina
  11. Mi piace l'idea di dedicare un giorno alle cucine estere. Brava come sempre!

    RispondiElimina
  12. Che bella ricetta Ale, grazie per farci sognare con le ricette che ci proponi di altri paesi...poi le amicizie con persone con culture e tradizioni diverse ci arricchiscono sempre, ci aprono la mente ed il cuore, come nel tuo caso, dove è nata una vera amicizia!!! Un abbraccio cara

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.