martedì 9 aprile 2013

Pain perdu all'uovo Kinder: un'idea di riciclo di una blogger-amica...

Lo scorso anno, già di questi tempi, già seguivo e ammiravo la grande Valentina, una blogger bravissima, piena di talento, precisa, perfetta oserei dire...
E tra le ricette di riciclo, un giorno propose questa: un pain perdu all'uovo Kinder, inutile dire che appena l'ho visto sono rimasta folgorata e mi sono ripromessa più volte di rifarla...ma ho aspettato Pasqua e finalmente quella morbida golosità doveva essere mia!
Vi confesso che avevo sempre sentito parlare di pain perdu o french toast ma non ne avevo mai assaggiato uno e domenica scorsa mi sono finalmente tolta la curiosità: ed è una cosa buonissimaaaaa...giuro, non sto scherzando!!!
Non voglio immaginare quante calorie contenga ( in effetti devono essere tante, sì) ma il gusto ripaga di tutto e  vi fa sentire in paradiso! E' ideale per la colazione, dato che é molto sostanzioso.
Se c'è una cosa che mi piacerebbe fare è proprio scrivere un libro di ricette con una lista di cose buone che nella vita vanno assaggiate: una tra queste è proprio il pain perdu au chocolat  e la mia versione di sacher al pistacchio che trovate qui ( per cui, io, personalmente, farei follie)!!!
Quindi eccoci ad iniziare questa lista golosa, pronti???



PAIN PERDU AU CHOCOLAT KINDER

Per 2 toast
4 fette di pancarré
cioccolato kinder q.b.
1 uovo
25 ml di latte intero
10 g di zucchero
qualche goccia di estratto di vaniglia
zucchero aromatizzato alla cannella ( preparato con 50 g di zucchero con un pizzico di cannella in polvere)
poco olio di semi per friggere

Sbattete l'uovo con il latte, lo zucchero e la vaniglia.
Nel frattempo preparate i due toast mettendo all'interno cioccolato Kinder spezzettato concentrandolo al centro e lasciandone liberi i bordi.
Mettete lo zucchero aromatizzato alla cannella in un piatto.
Scaldate il poco olio in padella, immergete i toast nell'uovo sbattuto e metteteli in padella a friggere.
Fateli dorare da entrambi i lati e posateli su carta assorbente per qualche istante.
Ancora caldi, tuffateli nello zucchero profumato e gustate...
Il paradiso vi attende...provateli e mi saprete dire!



Grazie Vale per questa squisitezza e grazie a voi che mi leggete.

Un grande abbraccio,
Ale.

54 commenti:

  1. Ale hai ragione Vale è bravissima e tu come lei!!! gnammy troppo golosi? merenda da te tra 10 minuti???gnammy gnammy!!! buona serata cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paragonarmi alla Vale è il complimento più bello che puoi farmi...ma Vale é molto più brava di me, è unica!

      Elimina
  2. Ciao cara, sembra buonissimo.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, è strepitoso, te lo assicuro... :)

      Elimina
  3. tu ringrazi Vale e mia figlia ringrazierà te per questa golosità!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai??? allora fammi sapere cosa ne pensa... :P

      Elimina
  4. oddio svengo!! ma tu sei pazza! questo è ...terrorismo..!
    no no io scappo ...
    ufff che fatica però!
    (non oso immaginare quanto buono sia...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora d'ora in poi mi definirò una "terrorista del gusto"...hahahah
      è buono da morire!!!

      Elimina
  5. Ma quante uova hai da smaltire *_* di questo passo mi farei morire :-P
    Bell'idea questa ricetta, brava!
    :-* dalla zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. al momento 2 e 1/2, ne avevo 5...grazie Consu!

      Elimina
  6. Lo ricordo benissimo quel post..ma no, credo che non avrò mai il coraggio di prepararlo..secondo me crea dipendenza !
    Scherzi a parte, dev'essere favoloso !
    Baci !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' favoloso, sì... :P preparalo una volta nela vita!

      Elimina
  7. Ohh come lo ricordo il post del french toast all'uovo kinder. mi aggrego a M4ry dicendo che la paura principale è che crei dipendenza...anche se non sono amante di certi "pasticci" questo deve essere proprio libidinoso! complimenti =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Sabrina, confermo quello che ho detto sopra: è buono da morire e va provato almeno una volta!

      Elimina
  8. Ale sei sempre così carina con me che quasi mi imbarazzo a leggerti :o*
    Hai visto che buoni? Io ne vado matta a tal punto che i miei preferiti sono quelli senza nessuna farcitura, ma passati nello zucchero semolato.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo, sono golosissimi ma col kinder hanno un tocco in più...non devi imbarazzarti! Sei davvero speciale, grazie di questa meraviglia! un bacio cara!

      Elimina
  9. Che meraviglia ! Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Stefania chi??? La mia collega???

      Elimina
  10. ah ah Ale lo sai cosa mi ferma a fare questa delizia?! le calorie:) pero' lo faro' sono troppo curiosa di assaggiarlo e poi si vive una volta sola!!!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Ombretta vedo che non hai problemi di linea, quindi puoi mettermetelo... :)

      Elimina
  11. Accidenti... sembra proprio buono...troppo buono...lo sai che faccio? ne mangio un pezzetto date... così non assumo calorie, però mi segno la ricetta!

    RispondiElimina
  12. ale e con questa hai stupito anche me oddio che bontà che bella bomba di bonta' prendo nota :) ho ancora tanto cioccolato da smaltire :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Veronica...che bello il riciclo di cioccolato! :P

      Elimina
  13. Ciao Ale! Anche io adoro Vale e la trovo straordinaria ma adoro anche te, sei davvero bravissima e ci proponi sempre delle delizie da 10 e lode! :D In questi giorni mi è venuta la voglia di fare e assaggiare il pain perdu perché ho letto varie ricette su diversi giornali, se mi dai la conferma che è qualcosa di godurioso (e si vedeeee :D) ci provo quanto prima!!! Mi è venuta l'acquolina! :D Complimenti, un abbraccio forte e buona serata! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grazie di cuore per tutte le belle cose che mi hai detto...sei sempre tanto dolce e carina, chissà se un giorno ci vedremo! Ad ogni modo, provalo e non te ne pentirai! Buon pomeriggio!

      Elimina
  14. Stupendo davvero, e un'ottima colazione!! Io il french toast lo faccio salato ma anche questo a bontà non scherza!! Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo e vorrai solo questo di french toast!!!

      Elimina
  15. Semplicissimi e molto molto golosi!! Ciao!

    RispondiElimina
  16. mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm, che goduria, lo vado a provare ciao a dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora Paola, com'è andata???

      Elimina
  17. Mai mangiato, ma effettivamente sembra buonissimo, un po' soffice un po' croccante e tanto tanto dolce!!!!....ma di riciclo perche' ti e' avanzato dell'uovo kinder???...com'e' possibile?.....se e' cosi' ne avrai ricevuto a tonnellate...come ti invidio!!!!!! Bacini :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì avevo 2 uova Kinder, due fondenti e uno bianco...potrebbe venirmi la nausea di cioccolato ma non mi è mai capitato!!!! :D

      Elimina
  18. Ma il Pain perdu è una ricetta piemontese...che si faceva per riciclare il pane raffermo!
    E da buona piemontese non posso che lodare la tua preparazione...mannaggia solo alle calorie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Cate, ma per una volta non si muore mica dai...provalo!

      Elimina
  19. E meno male che hai rifatto 'sta ricetta della Vale che sennò io me la perdevo...non l'avevo vista da lei...
    Hai ragione è davvero brava, perfetta, precisissima e aggiungo davvero simpatica!
    Hai ragione, ci sono delle cose che nella vita vanno assaggiate anche se quando le addentiamo sentiamo già il cuscinetto di cellulite che sta prendendo vita..ah!ah!ah!..
    Se scrivi questo libro di ricette ne voglio una copia ok?
    Certo che la tua sacher al pistacchio non è da meno...una favola..copiata pure quella!
    Un abbraccio! Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere dolce Roby e ti ringrazio...una copia sarà sicuramente per te! bacio!

      Elimina
  20. Un'idea davvero geniale ma semplicissima...chissà che bontà!!!!

    RispondiElimina
  21. hai ragione Ale!!! è una ricetta davvero geniale!!

    RispondiElimina
  22. Ciao Ale, grazie mille per essere passata da me!
    Questa idea del pain perdu con il kinder mi ha fatto venire l'acquolina in bocca.. Perché bisogna sempre fare attenzione alla linea??? :-)) Ora corro a vedere anche la ricettina al pistacchio di cui hai parlato.. Mhmmmm tortura! :-))
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elvira! a presto allora...

      Elimina
  23. ALeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! innanzitutto mi preme dirti che ti anche se non trovi i miei commenti tutte le volte, ti leggo!!! non pensare il contrario! <3 è che ho il pc che è un catervone e siccome hai un po' di immaigini spesso mi si impalla e così non riesco a posatar i miei commenti :(
    quindi in questo che FINALMENTE risceo a dedicarti, condenso tutta l'ammirazione perchè tu hai una passioen e una capacità che trovo molto preziose e che sono splendide!! ogni tua ricetta è una capolavoro di fusione di gusti e di innovazione STRABRAVA!
    un grandisssimo bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clara dolce Clara, il tuo commento mi ha commosso e reso felice...grazie delle cose belle che mi dici, sappi che ricambio di tutto cuore...Un abbraccione e grazie ancora! Sei davvero una bella persona! smack... :)

      Elimina
  24. Che goduria!!! Peccato aver già finito tutti gli avanzi delle uova..
    dovremo aspettare la prossima pasqua!

    http://tacchiaspilloecioccolato.blogspot.it/

    RispondiElimina
  25. Ma Ale, quando si mangia una delizia del genere devi chiudere gli occhi e godertelo, altro che calorie. L'avevo visto anch'io sul suo blog... avevo in mente di provarlo, ma non vorrei peccare troppo di gola visto che la prova costume incombe:D

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.