lunedì 30 aprile 2012

Elena e la mia deformazione calabrese...

Eccomi di  nuovo qui, con una ricetta che fa parte di quelle che mi riescono sempre... 


Premetto che é facile, gustosa e veloce, la faccio da anni!
La ricetta é di mia mamma ma io la faccio a modo mio e piace sempre a tutti, tra i primi del cenone della vigilia di Natale, questo piatto non manca mai...

Ci sarebbe una storiella da raccontare, collegata a questa pietanza...che faccio? Ve la racconto??? Ok, seguitemi...

Circa 8-9 anni fa, abitavo in una residenza universitaria durante gli studi e un giorno ho invitato a pranzo da me la mia amica Alessia, neomamma come me, ( una grande amante del pane e dei lievitati) ed Elena, di cui vi ho parlato in uno dei miei post precedenti. L'amica che abita in Germania, che ha una bimba di 3 anni e un'altra in arrivo nelle prossime 2 settimane...ok, avete capito, questa Elena in questione non ama il peperoncino, anzi diciamo proprio che non lo sopporta ma io in quel frangente me ne ero dimenticata...
Ho preparato questo primo piatto e ho messo piccoli pezzettini di peperoncino nel sugo, avvertendo per tempo le mie commensali di stare attente a quei "pezzettini rossi"!
Forse Elena deve non aver sentito perché dopo un paio di bocconi, ha iniziato a urlare: "Oddio il fuoco!", diceva di aver le fiamme in bocca ed infatti aveva addentato il pezzettino killer...ed io ed Alessia ridiamo ancora per questo fatto!!!! :) 

Avete ragione, lo so cosa state pensando, il peperoncino non piace a tutti ma io, essendo calabrese, lo metto praticamente su tutto, sulla pasta, nell'insalata, sulle patatine fritte, sulla pizza...e dimentico che a volte esagero!
Questa la chiamo deformazione calabrese!!!! 
Pensate che il mio compagno si é abituato a mangiare piccantissimo da quando sta con me...

Comunque torniamo a noi, trattasi semplicemente di farfalle al salmone, fatte alla maniera calabrese o più precisamente alla maniera alessandrina, eccole:

Sono proprio loro:

LE MIE FARFALLE AL SALMONE

  
Ingredienti per 5 persone

500 g di farfalle
150 g di salmone affumicato
500 ml di passata di pomodoro
250 ml di panna da cucina
mezzo bicchiere di vino bianco
olio 
una noce di burro
pochissimo sale
pepe
peperoncino ( secco oppure fresco)

Tagliate il salmone a piccoli pezzetti, in una padella sciogliete il burro e un filo d'olio e aggiungete il salmone e fatelo cuocere fino che diventi chiaro. A questo punto, versate il vino e fatelo sfumare lentamente. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete la passata di pomodoro e cuocete per circa 15 minuti o fino a che la passata si sia ristretta.
Nel frattempo mettete a bollire l'acqua per la pasta. Salate pochissimo il sugo e aggiustate di pepe e peperoncino e aggiungete la panna mescolando bene.
Lessate le farfalle  e condite con il sugo al salmone... é fantastico!!!!!
NON SENTITE CHE PROFUMO????



Enjoy your meal!!!
A presto,
la vostra Ale.

 

2 commenti:

  1. E' probabilmente la mia pasta preferita e ci sono tanti aneddoti legati a questa ricetta. E' stato uno dei primi al menu di matrimonio dei miei genitori ed è stata preparata dal mio ragazzo la prima volta che ha cucinato per me. Che dire, la adoro e tu l'hai fatta benissimo, viva il peperoncino!

    RispondiElimina
  2. Poverina la tua amica :-) pero' io adoro il peperoncino per cui mi piace un sacco questa pasta:-) baci

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.