giovedì 19 aprile 2012

Cucina e letteratura... ci riuscirò?!!?

 Ed ecco che per partecipare al contest di Sandrina, ho dovuto riprendere la mia attività di scrittrice... :) Scherzi a parte, sono anni che conservo un quaderno di poesie, prima o poi magari le pubblicherò!
Quindi per unire il racconto raccontato e la ricetta cucinata mi sono inventata questo:

C'era una volta un ricco imprenditore europeo, James, il quale non aveva null'altro che il suo monotono lavoro.
Non aveva né un amico vero, né una moglie o dei figli...a parte dipendenti e collaboratori, con cui riusciva ad instaurare solamente rapporti lavorativi. 
Un bel giorno si presentò l'opportunità di una vacanza, in parte pagata da uno dei suoi più potenti clienti, la destinazione era un villaggio africano... James pensò tra sé e sé: "Io in Africa in mezzo a quei negri? Non ci penso neanche..." ma dato che erano 10 anni che non faceva una vacanza e i suoi collaboratori continuavano a dirgli quanto fosse bello quel posto, si lasciò convincere...
"E' giusto che approfitti di questa occasione per rilassarmi, e non devo sganciare quattrini...se non qualche spicciolo" e allora partì!!!!
Arrivò in un villaggio favoloso del Kenya, un vero angolo di paradiso, sabbia bianca, cielo azzurro, palme e fresco profumo di mare ma James rimase indifferente a tutto. Le persone erano affabili e carine ma James non rivolse la parola a nessuno: non era abituato a dare confidenza a chi non conosceva! 
La sua vacanza durò qualche giorno nella più triste solitudine, andava in spiaggia, mangiava e tornava in camera senza ricambiare un sorriso.
La sera prima di partire andò alla reception per pagare alcuni servizi extra ma la sua carta di credito sembrava non funzionare, riprovò ma senza successo. James era disperato, quella che per lui era la cosa più sicura al mondo, ora non sembrava più COSI' sicura!!!! Non aveva soldi in tasca a parte la sua carta. Provò a telefonare alla sua segretaria e al suo braccio destro, ma nessuno rispose, era troppo tardi e l'indomani doveva partire molto presto. James chiese scusa alla reception e promise di rimediare l'indomani, anche se non sapeva come. Come se non bastasse, il villaggio era un posto isolato da qualunque cosa e James non voleva chiedere niente a nessuno. D'altronde a chi poteva chiedere??? Fece una lunga passeggiata fuori dal villaggio e camminò per ore senza sapere dove andava, era tardi ma faceva ancora un caldo insopportabile, cercò di tornare indietro ma non riusciva più a capire da dove fosse venuto. Era preoccupato, triste e visto il gran caldo, anche molto assetato. Mentre camminava, sul suo cammino, apparse un vecchio nero dall'aspetto molto povero. James gli sorrise umilmente e lo implorò: "Aiutami, ho sete e non so come tornare al villaggio!" Il vecchio allora, senza parlare, lo condusse in casa sua, gli diede acqua freschissima da bere, riso, carne e verdure.
Il vecchio allora disse:  " Impara a sorridere e vedrai che qualcuno ti aiuterà!"


Ecco la ricetta di quello che il vecchio diede a James:


RISO ALLA CREMA DI ZAFFERANO CON PISTACCHI E SPEZZATINO DI CARNE AL CURRY E PEPERONI

 Ingredienti per 4 persone:

Per lo spezzatino
5 fettine di lonza di suino (oppure pollo se vi piace di più)
1 cucchiaio di curry 
200 ml di panna da cucina
pistilli di zafferano ( oppure una bustina)
sale
pepe
2 peperoni ( uno rosso e uno verde)
olio evo
mezza cipolla

Per il riso
300 g di riso classico
2 cucchiai di pistacchi tritati 
1 pezzettino di burro

 Tagliate la carne a pezzettini e fatela marinare con 50 ml di panna.
 Fate soffriggere la cipolla con l'olio, poi appena imbiondita, aggiungete i peperoni. Non appena morbidi, aggiungete la carne con la panna che sarà un po' assorbita, lo zafferano, sale e pepe. Non appena la carne è cotta, aggiungete la restante panna.
Filtrate il liquido della carne e mettetelo da parte.

In un'altra pentola portate ad ebollizione l'acqua salata e mettete il riso a cuocere, scolatelo appena é cotto mantecate col burro, conditelo con la salsa filtrata della carne e aggiungete i pistacchi!

Buon appetito!


Con questa ricetta partecipo al contest di Sandra La singolar tenzone




A presto, amici.... e cara Sandrina, spero che l'esperimento sia riuscito!!!!

Ale.



4 commenti:

  1. MA certo cara Ale che ti sostengo volentieri e sono felicissima che tu sia passata a trovarmi. Se penso che solo un anno fa cominciavo questa avventura come te, mi sento vicinissima a chi si trova a cominciare il proprio blog e vivere questa meravigliosa esperienza. Sono certa che ti darà tantissimo, quando sta dando a me, veramente. Ti abbraccio e auguroni! Pat

    RispondiElimina
  2. Brava, bravissima!!!! Inserisco subito il link e a presto!!!!

    RispondiElimina
  3. Grazie per aver partecipato al contest!!!

    RispondiElimina
  4. Buongiorno, io e Arianna vorremmo ringraziarti per aver partecipato alla nostra sfida: senza di te non sarebbe stata la stessa cosa. Abbiamo eletto i vincitori, vieni a vedere..... Siamo veramente contente del successo che ha avuto la sfida visto la richiesta anche dello scritto oltre che della ricetta, quindi: GRAZIE!!!
    Alla prossima sfida..
    Sandra e Arianna
    La singolar tenzone
    http://sonoiosandra.blogspot.it/2012/05/vincitori-singolar-tenzone.html

    RispondiElimina

Grazie per il commento che stai per postare...sono sempre emozionata e ansiosa di leggerti! Se hai un blog, verrò presto a trovarti...grazie, Ale.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.